Utente
Salve,vorrei un'opinione a riguardo. Da un mese a questa parte soffro di ansia. Ho avuto un attacco di ansia mentre ero a letto tempo fa e ho iniziato ad avvertire tachicardia,sudorazione fredda,tremori,insomma non una sensazione piacevole. Dopo quella volta ho iniziato ad assumere delle tisane rilassanti che non sono servite a nulla...in questo giorni accuso un nodo alla gola che non mi abbandona...la notte ci metto tanto ad addormentarmi,e solo la mattina quando mi sveglio sto bene,ma presto ritorna questo nodo alla gola. Non ce la faccio più. Ho 21 anni e studio,tempo fa non superai degli esami e questo presumo mi abbia distrutto internamente,non so nemmeno se continuare a studiare o no. Credo che in tutto ciò sono troppo stressata. Vorrei far qualcosa per sfogare questo stato. Poi ogni qualvolta penso a qualcosa che mi fa innervosire ecco che inizio a sentire gli stessi sintomi. Io sinceramente non voglio prendere farmaci anche perchè so che creano dipendenza,vorrei combattere questa cosa,non so nemmeno se dire malattia,in tutti i modi fuorchè con medicine,ansiolitici e quant'altro. Cosa potrei fare? è vero che per chi prova una volta l'ansia non potrà uscirsene più? ho davvero paura. E credo che molta rabbia per eventi passati avuti sia stata repressa per molto tempo e adesso si sia ripercossa in questo modo.
Mi affido ad un vostro parere.
Saluti.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Proverei a ripostare in speciliatà PSICHIATRIA per un primo inquadramento e non certo perchè sia necessari una terapia farmacologica.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com