Utente
salve
sono una ragazza di 20 anni della provincia di napoli,da sei mesi per curare l'acne prendo la pillola diane,i miglioramenti ci sono stati ma ultimamente per via dell'improvviso arrivo di nuovi sfoghi mi sono di nuovo recata dal dermatologo.Il medico mi ha detto di prendere per i prossimi tre mesi per una settimana al mese (quella di sospensione della pillola)l'antibiotico minocin (una compressa da 100 mg al giorno x sette giorni)Ora,il dermatologo mi ha detto che questo farmaco essendo una tetraciclina avrebbe ridotto l'effetto contraccettivo della pillola ma non ho ben capito se questo sia anche il mio caso.
la domanda è: il minocin riduce l'efficacia della pillola anche se viene assunto solo per una settimana al mese e proprio quella di sospensione della pillola?
attendo risposta
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

52% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
roispondo al suo consulto vedendolo ancora inevaso, sperando di fare cosa utile e a lei gradita.

Voglio esprimerle i miei punti di vista in tutta serenità. Fermo restando che chi le ha prescritto la terapia ormonale, abbia prima fatto un dosaggio ormonale seriato (basale, dopo 7-14-21-28 giorni dal ciclo), onde non intervenire, solo per motivi estetici, su un delicato meccanismo ormonale alla sua giovanissima età.

Non avendola vista non so di che tipo di acne fosse afflitta, ma credo "seria" ossia del tipo puntoloso, tanto da somministrarle anche un antibiotico abbastanza "aggressivo" per via generale.

Rispettate tutte queste condizioni generali prescrittive, le dico che bisognerebbe affrontare l'acne dal punto di vista anche psicologico; perchè la componente emozionale legata al non piacersi, non accettarsi, non sentirsi "visivamente" a posto (in questo mondo che propaganda gli stereotipi di bellezza come se fossero noccioline..), non fa che aggravare lo stress e quest'ultimo ha una influenza determinante sulla manifestazione cutanea.

Tenga anche presente che la pelle è correlata enegeticamente ed immunologicamente all'intestino; qui ndi quest'ultimo dev'essere mantenuto pulito (evacuazione regolare, anche un clistere settimanale con mezzo litro di acqua oligominerale, utilizzo di fibre vegetali nell'alimentazione/verdura, cereali integrali cotta e cruda, fermenti lattici, frutta).

Un'integrazione di vitamine le farà senz'altro bene, e provveda anche ad un apporto di acidi grassi poliinsaturi, e vitamine liposolubili.
Ci sono soluzioni altrettanto efficaci nella medicina non convenzionale (Omeopatia, Omotossicologia) che naturalmente devono anche giovarsi di una diagnosi endocrinologico-metabolica competente ed accurata.


Consiglio accorato: non dia troppa importanza alla sua acne, se le è possibile, vedrà che comincerà a migliorare. Tenga la pelle pulita detergendola delicatamente con prodotti al miele o acqua di rose naturale. La idrati con creme all'aloe o calendula; mi faccia sapere.

La saluto cordialmente Agnesina Pozzi