Utente
Buongiorno, chiedo informazioni per mio padre che ha 83 anni, è cardiopatico ( in cura con cumadin per una fibrillazione atriale) e soffre di glaucoma.
Dalla sera di martedì scorso ha avuto febbre che nei due giorni successivi è arrivata fino a 38.3 ed è stata trattata con Paracetamolo. Il medico ha diagnosticato un'influenza. Da giovedì mattina, su prescrizione medica, ha iniziato anche con l'Augmentin come copertura batterica. Già dal giorno successivo era completamente sfebbrato ed oggi è il terzo giorno senza febbre.
non vorrei fargli prendere medicine per niente. Pensa che possa interrompere la terapia antibiotica?
Per quanto tempo tenerlo ancora a casa prima di lasciarlo riprendere la sua vita normale?
Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

l'antibioticoterapia non deve mai essere sospesa al normalizzarsi della temperatura corporea, ma dovrà essere seguita così come prescritto dal Curante.

Qualche giorno di riposo al termine della terapia è sempre consigliabile.


Cordiali saluti ed auguroni per Suo padre!
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2] dopo  
Utente
Molte grazie Dottore!

[#3]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Di nulla!


Cordialmente.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!