Utente
Gentile professore,
sono una ragazza di 19 anni. Mi sono resa conto all'inizio di dicembre di avere un linfonodo ingrossato, in zona laterocervicale dx e questo mi ha parecchio spaventata (essendo già io un soggetto molto ansioso ed ipocondriaco).
Mi reco dunque dal mio medico curante che mi dice di stare tranquilla. Dopo le feste di Natale però, continuo a sentire al tatto questo linfonodo e decido di fare una visita dall'otorinolaringoiatra che mi controlla la gola e le orecchie non trovando niente di grave, toccandomi il linfonodo però, decide di farmi fare un ecografia avendomi vista molto preoccupata, anche se secondo lui si tratta di un linfonodo reattivo. Mi reco una seconda volta dal mio medico curante (a cui chiedo di poter fare anche le analisi del sangue per un ulteriore controllo), che mi fa fare emocromo con formula leucocitaria e pcr. Le analisi del sangue risultano tutte nella norma. L ecografia riporta questo: "la tiroide e le ghiandole salivari maggiori sono regolari per morfologia, volume e caratteristiche ecostrutturali. In corrispondenza delle stazioni del livello II di enttrambi i lati (iugodigastrighe) si individuano radi linfonodi reattivi tutti subcentimetri, privi di rilevanza clinica. Non sono riconoscibili immagini di adenopatie sospette per evolutività." A distanza di un mese dall ecografia io continuo a sentire il linfonodo e lo percepisco duro e non mobile. Leggendo su iternet ho pensato al peggio e non riesco a distogliere il pensiero da questa cosa. Inoltre io passo vari momenti della giornata a toccarlo per vedere se aumenta di dimensioni, se si muove e se è duro o meno. Quello che voglio chiederle è: posso stare tranquilla per gli esiti delle analisi del sangue e dell ecografia o non basta? e ancora, il fatto che non diminuisca e sia sempre lì mi deve far preoccupare? A me non sembra di aver avuto nessuna infiammazione/infezione negli ultimi tempi, solo la crescita dei denti del giudizio.
La ringrazio e attendo una sua risposta.

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

quanto referato ecograficamente <<...si individuano radi linfonodi reattivi tutti subcentimetri, privi di rilevanza clinica. Non sono riconoscibili immagini di adenopatie sospette per evolutività.>> La dovrebbe tranquillizzare.

Non sottovaluti i "denti del giudizio"!!


Buona serata.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la risposta.
Se non disturbo vorrei ancora chiederle una cosa dato che questo linfonodo mi crea tanta ansia. Ho letto che se è duro è fisso ai piani non è un bel segno. Io al tatto lo sento immobile. L'ecografia è attendibile? Riconosce un linfonodo maligno da uno reattivo? Il fatto che io lo tocchi in continuazione può infiammarlo e quindi aumentarlo di dimensioni? Perchè ultimamente lo sento più grosso, essendo sempre lì a palparlo. Mi scusi per le troppe domande ma sono molto spaventata.

[#3]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

dubitare di un esame ecografico mi sembra davvero eccessivo.

Cerchi di tranquillizzarsi e, soprattutto, non legga argomenti generalisti che generano soltanto inutile ansia!!

Saluti.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la pazienza. Ha ragione, cercherò di tranquillizzarmi.

[#5]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Di nulla!


Cordialità.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#6] dopo  
Utente
Mi scusi dottore sono di nuovo qui a disturbare.
Con il passare del tempo mi si sono ingrossati altri piccoli linfonodi sia a destra che a sinistra del collo, ed alcuni molto piccoli sovraclaveari, ma a differenza di quello di cui già le parlavo sono molto molli e mobili (mi sfuggono dalle dita). Sono andata sia dal detista che dal mio medico curante ed entrambi pensano che questi linfonodi siano dovuti dalla crescita dei denti del giudizio. Inoltre la mia dottoressa ha controllato altre sedi come le ascelle, dove non ha trovato niente, e inguine, dove invece ne ha trovati alcuni dicendomi però che non sono preoocupanti perchè possono ingrandirsi anche solo radendosi. Pensa che potrei stare tranquilla o oltre aver fatto analisi e eco dovrei fare altro? Questi maledetti linfonodi mi preoccupano davvero molto. Non ho febbre, sudorazioni prurito, nè ho perso peso.
Grazie per la pazienza, mi scuso ancora per il disturbo.

[#7]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

molti linfonodi superficiali sono palpabili e visibili anche ad occhio nudo in soggetti soprattutto longilinei o magri.

La loro presenza, poi, in alcuni periodi può dipendere da cause molto diverse ma (per fortuna per tutti!!!) sempre molto semplici...come nel Suo caso: la crescita del dente del giudizio (come Le è stato anche confermato dal Suo Dentista) o come effetto post-rasatura agli arti inferiori (come confermato dalla Sua dottoressa).

A questo aggiungiamo anche "Non ho febbre, sudorazioni prurito, nè ho perso peso.>>, esito negativo degli esami del sangue e di quello ecografico.

Di cosa vogliamo proprio preoccuparci?! ;-))

Si goda la vita e cerchi di essere meno "patofobica" e più entusiasta della Sua salute.


Buona serata.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#8] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per l immediata risposta
Mi rendo conto anche io di essere molto ipocondriaca, mi faccio influenzare da ciò che studio, leggo e sento in giro. Mi avevano detto che in genere i linfonodi sovraclaveari destano più preoccupazioni, e sentendoli mi sono subito spaventata. Sicuramente devo controllare questo stato ansioso che convive insieme a me da molto tempo.
Grazie per la disponibilità e soprattutto per la sua gentilezza.
Buona serata anche a lei.

[#9] dopo  
Utente
Buonasera dottore.
Volevo chiedere un parere se possibile. Da circa una settimana ho notato che sul mio corpo, più precisamente su gambe braccio destro schiena e viso, sono comparse delle macchie rossastre che paiono squamose. Queste in qualche modo potrebbero avere una relazione con i linfonodi oppure non centrano nulla?. ho parlato al telefono con la mia dottoressa perchè momentaneamente non c'è e mi ha detto che potrebbe essere un fungo.
Mi scusi per il disturbo che le creo scrivendole.

[#10]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
È un' ipotesi che andrebbe confermata con una visita medica o se possibile dermatologica.

Saluti.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore.
La disturbo di nuovo perchè durante il mese ho avuto due episodi di sudorazioni notturne (una proprio questa notte), e ho un nuovo linfonodo sotto l'ascella sx abbastanza grosso ma mobile. La mia dottoressa dice che non è nulla, che potrebbe essere dipeso dal rasoio ma io sto vivendo quasta situazione davvero male. Non so se è il caso che mi preoccupi seriamente o se devo dimenticare tutta questa storia e lasciar perdere. Io sono così perchè noto che più passa il tempo più i linfonodi e sintomi vari aumentano. Cosa devo fare? I miei genitori ormai giustamente non mi considerano più, i medici mi hanno già vista un paio di volte, ma io non sono tranquila.
Scusi se continuo a disturbare anche lei.

[#12]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. ragazza,

perché torturarsi la vita in questo modo?!

Potrebbe aiutarLa e tranquillizzarLa un colloquio psicologico!?


Buona giornata.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#13] dopo  
Utente
Probabilmente si=(
Hon il terrore delle malattie.
Grazie per la pronta risposta. Scusi ancora.
Buona giornata