Utente
Egregi Dottori, gentili Dottoresse,
vi contatto in quanto soffro da qualche mese di palpitazioni, capogiri, vertigini, ecc.

In generale io ho i battiti molto alti (90-100 battiti normalmente) e sotto sforzo arrivo a 160-170 battiti con poco sforzo (anche con una camminata sostenuta). Negli ultimi 12 mesi ho effettuato più e più volte degli ECG (l'ultimo qualche settimana fa) in quanto soffro spesso di nevralgie intercostali all'altezza del pettorale-spalla sinistra. Questi controlli, unitamente ad esami del sangue e radiografie del torace vengono effettuati per escludere dolori a livello cardiaco, infatti si sono sempre dimostrate delle nevralgie o dei dolori muscolari.

Nell'autunno 2012 inoltre ho svolto anche un ECG sotto sforzo (su cyclette), che ha dato un semplice risultato: cuore fuori allenamento. Infatti il mio cuore batte velocemente al minimo sforzo, come già sopracitato. Nessun altro problema (nessun problema coronarico, né niente).

Sembrerebbe che sono molto sano, però spesso avverto capogiri e vertigini. Per ovviare a questo problema il mio medico curante mi ha prescritto pastiglie di Betaistina (1 compressa ogni mattino - 16mg). Dopo un mese di quest'assunzione ho smesso di assumerle (su consiglio medico), ma ho dovuto nuovamente ricominciare in quanto i capogiri si sono ripresentati. Spesso soffro anche di palpitazioni, sia quando il cuore batte velocemente come anche a riposo (p.esempio: seduto sul divano, con il cuore "a riposo", ogni tanto avverto forte palpitazione, come se il cuore battesse normalmente ma con una forte intensità che io riesco ad avvertirlo sulla cassa toracica senza per forza appoggiarci la mano). Altre volte invece avverto anche delle scosse di dolore alla testa che durano un massimo di un paio di secondi. Un altro sintomo che avverto è stanchezza e affaticamento (giramenti di testa, occhi pesanti, difficoltà di concentrazione) e difficoltà a respirare. Tutti questi sintomi non si presentano mai assieme ma più che altro singolarmente.

Posso dire che lo scorso anno, tra giugno e novembre, sono stato in cura presso uno psichiatra per curare ansia e attacchi di panico (dovuti a mobbing sul posto di lavoro, "guarito" con la modifica del posto di lavoro in novembre). Ho assunto anche Xanax (0,25 mg al giorno) per tutto il periodo.

Vorrei avere da voi un opinione riguardo ai vari sintomi esposti, sono dovuti ad un ansia magari ancora esistente in me oppure dovuti ad un altro fattore? So comunque che è difficile per voi una diagnosi via web.

Per concludere posso dirvi che al momento assumo Betaistina per i capogiri, pastiglie di magnesio e compresse di Bisoprololo per l'abbassamento dei battiti cardici (in previsione di un test fisico).

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Con i limiti del consulto a distanza,
le riferisco che il suo racconto depone per una natura ansiogena dei sintomi descritti.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottor Quatraro,
la ringrazio per la gentile risposta.

La prossima settimana avrò una visita presso il mio medico curante, vedrò di affrontare il problema anche con lui e di iniziare una terapia presso uno specialista.

Augurandole buon lavoro la saluto cordialmente.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it