Utente
Buona sera, sono un uomo di 50 anni che pratica sport per fitness, non beve (tranne un bicchiere a pasto) e non fuma.
Il mio peso è di circa 68 Kk e nella mia vita non ho mai avuto nessuna malattia seria o subito interventi chirurgici di qualsiasi tipo.
Oltre un anno fa (novembre 2013) a seguito di esami di routine fatti per motivi di lavoro erano risultati alterati i dati relativi alla funzionalità epatica, ovvero: GOT 45 - GPT 60 - GGT 180. A seguito di tale situazione il mio medico mi aveva prescritto una cura "soft" per disintossicare il fegato e mi aveva poi fatto ripetere tali esami dopo due mesi senza consumare nemmeno quel bicchiere di vino a pasto.
Ebbene, nonostante avessi ottemperato a quanto prescrittomi, dopo due mesi tali dati erano pressochè invariati.
Quindi mi aveva consigliato di fare anche i markers delle varie epatiti, risultati tutti negativi ed un ecografia al fegato che non aveva rilevato nessuna anomalia.
Altri dati che ho omesso di indicare e che più o meno sono sempre rimasti costanti sono: Fosfatasi alcalina 265 -Bilirubina totale 0.91 - Bilirubina diretta 0,28.
Da allora ad oggi è stato un susseguirsi di esami (i soliti a distanza di tempo) prescritti anche da un Infettivologo che però non ha riscontrato nulla. Ultimamente, sempre per tramite il mio medico di base, ho fatto una visita da un Epatologo che mi ha ri prescritto i soliti esami oltre ad altri per escludere: Epatite cronica autoimmune - Cirrosi biliare primitiva - Colangite sclerosante - Celiachia.
Ebbene dai risultati degli esami si escludono tali patologie ma le GGT, il GOT ed il GPT risultano sempre alterati.
Ora, premesso che debbo ancora andare dall' Epatologo con i risultati di cui sopra Vi sarei molto grato, qualora mi forniate un Vostro parere in merito.

[#1]  
Dr. Marco Bonelli

32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Buongiorno,sono state descritte diverse forme di elevazione delle transaminasi senza malattie infettive nè alterazioni epatiche di alcun tipo e classificate come
NAFLD e NASH ( steatosi e steatoepatite non alcoolica).
Sono forme dove non è facile trovare un denominatore comune di causa etipatogenetica ma che vanno ugualmente tenute sotto controllo poichè in qualche caso evolvono in una patologia epatica.
Non sembra essere una persona con rischi particolari,ma sarebbe opportuno
che fosse studiato ancora ( metabolismo glicidico,glicemia ed insulinemia,
una ecografia epatica ben fatta ) con l'ausilio di un Epatologo.
Un saluto
Dr. Marco Bonelli
MedicoChirurgo
Specialista in Reumatologia