Attivo dal 2009 al 2016
Buongiorno.
Mi capita a volte, quando mangio o bevo troppo, di svegliarmi di notte improvvisamente e di avvertire un senso di paura (paura di sentirmi male) accompagnato, dopo da una tachicardia. Poi mi calmo e tutto passa.

L'altra domenica, dopo aver mangiato e bevuto molto a pranzo, la sera vado a letto presto e mi addormento subito (credo per l'effetto dell'alcol). Dopo un'ora mi sveglio con quel senso di paura (nonostante non avessi sintomi, avevo paura di sentirmi male), quindi cerco di tranquillizzarmi andando in bagno. Mentre cerco di urinare, avverto una forte tachicardia, (anche se ho l'impressione che non fossi del tutto sveglio), quindi cerco di andarmene nel letto, invece svengo per qualche secondo (o mi addormento nel bagno a terra, non l'ho ancora capito). Dalla visita cardiologica non è emerso nulla. E' stata anche eseguita un'ecografia alla carotide e controllo alla tiroide).

MI chiedo come mai la tachicardia prima della sincope? Potrebbe essere un abbassamento di pressione (anche se di solito la mia pressione è 135/80)?

Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' estremamente importante che lei esegua un Holetr cardiaco ed una ecocardiografia.
Gli epsiodi che lei riferisce vanno indagati attentamente.
Smetta innanzitutto di bere e se fumasse, di fumare.
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Attivo dal 2009 al 2016
Grazie.
Il cardiologo l'ha attributo all'alcol.
Posso dire che è la prima volta che ho lo svenimento (mi è capitato due volte nella vita e l'ultima volta risale a circa 25 anni fa sempre legato all'ansia e in situazione diversa da quella raccontata).
Mentre quel senso di risveglio improvviso con quel senso di paura di potermi sentire male, mi capita di solito quando mangio o bevo molto, però l'ho sempre attributo al reflusso (sono in cura con pantorc).

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' alcool, tra i vari effetti dannosi, non solo per il fegato ed il cervello, ha anche effetti deleter sul cuore, poco conosciuti
In acuto aumenta la eccitabilita' miocardica, con comparsa di aritmie da banali a serissime, in cronico favorisce la comparsa di dilatazione e disfunzione ventricolare.
Il fatto che lei abbia presentato episodi sincopali induce a consigliarle gli esami sopracitati per escludere aritmie potenzialmnente maligne.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Attivo dal 2009 al 2016
Grazie.
Negli anni passati, ogni anno eseguivo elettrocardiogramma, ecocardiografia e prova da sforzo perché svolgevo attività fisica,
Gli ultimi tre anni ho solo eseguito visita cardiologica ed elettrocardiogramma poiché l'attività è molto blanda (quasi passeggio per strada invece di correre).
Dalle visite è sempre emersa una fortissima componente ansiosa. Si figuri che una volta feci una prova da sforzo ed ero così ansioso che i valori di partenza (pressione, ecc) furono più elevati dei valori registrati all termine della prova stessa...solo perché durante la prova, parlando con il medico, mi tranquillizzai.
Immagini il mio terrore dopo questo episodio.
Pensi che l'ultima volta che svenni, mi accadde dopo aver visto un altro ragazzo svenire e risale a circa 25 anni fa. Poi non sono mai più svenuto.

Saluti.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Faccia come crede
Saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Attivo dal 2009 al 2016
Sicuramente farò ulteriori indagini.
Domani prenoto l'ecocardiografia dal cardiologo.
Avevo scritto quella risposta per dirle che in passato i controlli sono andati bene e che quindi spero che anche questa volta non ci sia nulla di grave, anche se la preoccupazione è tanta.

Grazie ancora.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Deve esevuire un holter non solo l ecografia
quest ultima non rileva aritmie gravi
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Attivo dal 2009 al 2016
Gentile dottore tra circa una settimana farò ecg hotler 24.

Il medico mi ha detto che avendo eseguito l'elettrocardiogramma anche in fase di tachicardia in corso (ero molto agitato) e non essendo emerse anomalie, non ci sono aritmie.

E' corretta questa sua interpretazione o non ha alcun senso?

Grazie