Utente
Due giorni fa mi sono grattato un neo sul collo precendetemente ritenuto benigno mediante epiluminescenza. È quasi subito comparso pus, ha cambiato colore, spessore ed è diventato dolente al tatto. Dopo un giorno si è creato un alone rosso intorno e la regione circostante è calda. Questa notte mi sono venuti febbre, brividi, nausea e crampi addominali. Questo pomeeiggio la febbre è aumentata oltre i 38.5 con diarrea e presento un battito accelerato. È possibile che il neo infetto abbia portato a una sepsi? Per favore è urgente

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
non è possibile che un neo infiammato e benigno, ancorchè definito tale clinicamente, possa provocare una sepsi.
E verosimile che vi sia una semplice coincidenza e che lei abbia un nevo traumatizzato e una forma virale a tropismo gastro - intestinale.
Due cose molto diverse.
La invito a farsi valutare dal suo medico curante: in quanto alla lesione nevica il curante, valutata la situazione, potrà consigliare una terapia antiinfettiva locale o generale.
Se i sintomi regrediranno completamente e il nevo tornerà alle caratteristiche iniziali nessun problema: diversamente si farà rivalutare dal dermatologo.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.