Utente
Buonasera gentilissimi dottori,
sono una ragazza di 22 anni e circa una settimana fa mi è stato prescritto un emocromo per via della dermatite atopica. Ora i risultati sono questi:
Azoto ureico: 22
Glicemia: 53
GOT (AST) 18
GTP (ALT) 15
Sideremia 42
VES 4
Globuli rossi 4.070000
Globuli bianchi 13100
Emoglobina 12,3
Valore globulare 0,94
Ematocrito 38,9
MCV 95; MCH 30; MCHC 31; nRbc 0.10
Neutrofili 81
Eosinofili 1
Basofili 0
Monociti 4
Linfociti 14
Ferritina 12
I dati che mi preoccupano sono quelli dei globuli bianchi e linfociti. A cosa può essere dovuto? E soprattutto c'è il bisogno di intervenire con qualche rimedio?
Grazie e buona giornata.

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
dai dati che mi posta emerge una Leucocitosi Neutrofila, che generalmente è indice di qualche infezione batterica in atto.
Se non ha sintomi urologici (cistite) o ginecologici e non ha febbre, se si sente bene l'emocromo va certamente ricontrollato tra 15 gg per vedere se la leucocitosi sia stabile o presenti un trend in discesa.
Nel frattempo ne parli con il curante anche ai fini di eseguire una urinocultura.
A presto,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dott., la ringrazio per la risposta.
Non ho alcun sintomo di cistite, l'unico che mi balza in mente è che qualche giorno fa ho avuto lievi dolori al basso ventre e quindi ho immaginato potesse essere la vescica, per il resto nessun sintomo. Nemmeno febbre.
In questi giorni provvederò allora per una urinocultura per capire di cosa si tratta.
Grazie, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente
Gentilissimo dott.,
ho appena ritirato i risultati della urinocoltura, è tutto nella norma, o quasi, se non fosse per il valore dei cristalli di ossalato di calcio che è a 66. Cosa può indicare? Infezione o altro?
Grazie e buona giornata.

[#4]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
la presenza di calcoli di ossalato di calcio non è clinicamente allarmante.Beva almeno 2 litri di acqua al giorno.
Stante la situazione e la sua leucocitosi è necessario monitorare mensilmente l'emocromo per verificare il trend dei Bianchi.
Se tendano a salire il ricorso a test genetici su sangue per evidenziare potenziali malattie mieloproliferative della serie granulocitica deve essere preso in considerazione da uno specialista Ematologo.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.