Utente
Salve, ho 30 anni e da circa una settimana avverto un dolore al fianco destro all'altezza delle costole. Il dolore che non mi sembra essere di tipo muscolare non è sempre presente e si verifica talvolta dopo i pasti. Quando provo a premere con la punta della mano nella zona o al di sotto delle costole avverto dei gorgoglii non dolorosi. La zona mi sembra arrossata ma non vorrei aver causato il rossore con le mia palpazioni del tutto amatoriali.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La cute arrossata puo' certamente dipendere dalle ripetute pressioni, ma per fortuna sara' senz'altro un fenomeno passeggero.
Il dolore post-prandiale invece merita un'attenzione particolare, ma evidentemente e' necessario che lei si rechi dal suo Medico Curante per una visita. Se il Collega lo riterra' opportuno potra' farsi indicare uno Specialista Chirurgo nella sua citta' per avere un ulteriore qualificato parere; inoltre, sempre a discrezione del suo Curante, potra' essere indicata l'esecuzione di una ecografia dell'addome superiore e/o alcuni specifici esami ematochimici.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio, il doloroe comunque è simile a quello che insorge durante l'attività fisica ed è più spostato verso il centro, quindi verso lo stomaco. Mi consiglia qualche esame in particolar modo? Potrebbe trattarsi di colecisti o epatite?
Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Nonostante i suoi encomiabili tentativi di descrivere la sede del dolore purtroppo per me non e' facile collocarlo con esattezza nella giusta posizione... Con una visita diretta sarebbe tutto enormemente piu' semplice!
E' verosimile che vi sia un coinvolgimento della colecisti e della sua funzione, ma e' altrettanto possibile che sia qualcosa di diverso: per questo reputo utile un'ecografia e una serie di esami ematochimici "di base" che senz'altro daranno al suo Medico alcune importanti indicazioni sul suo stato di salute, certamente includendo la funzionalita' epatica.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com