Utente
Innanzitutto ringrazio fin da ora chi gentilmente mi risponderà.Sono una ragazza di 24 anni e ho necessità di un chiarimento.Ho ritirato ieri le anlisi del sangue fatte per un controllo riguardante la mononucleosi che ho avuto un anno fa. Premetto che qsti esami sono stati eseguiti presso l'ospedale Spallanzani di Roma(Istituto nazionale per le malattie infettive). La domanda che vorrei porvi,però,non riguarda la mononucleosi,che oramai è assolutamente pregressa come mi ha spiegato un'autorevole dottoressa che mi ha letto le analisi. Dunque,tra i vari esami che ho fatto ci sono gli anticorpi antinucleo ANA e frazioni(ENA,SM,RNP),la tipizzazione linfocitaria e VES. Riporto qui di seguito i valori: VES 10 ; linfociti T(CD3) val.ass. 1921-val.% 73,90 ; linfociti T4(CD4) val.ass. 1063-val.% 40,90; linfocitiT8(CD8) val.ass. 710-val.% 27,30, linfociti B(CD19) val.ass.218-val.%8,4, linfociti NK(CD16) val.ass.426-val.% 16,4. ANTICORPI ANTINUCLEO(A.N.A.): pattern omogeneo assenti; pattern speckled assenti; pattern nucleolare assenti, pattern periferico assenti; pattern centromerico assenti. ENA(ag.nucleare estraibile) : Sm/RNP assenti; SMITH assenti; JO-1 assenti; SCL-70 assenti; SS-A(Ro) PRESENTI; SS-B(La) assenti . Come si evince dai valori sono tutti nella norma,ma tra gli ENA gli SS-A(Ro) risultano presenti.La mia domanda è la seguente: so che gli SS-A(Ro)sono autoanticorpi,ma che vuol dire autoanticorpo?E che vuol dire che sono presenti? è indice di qlcosa oppure no? La dottoressa che mi ha letto i valori,e anche il mio medico di base,mi ha detto che in un quadro come il mio(ovvero i valori che vi ho sopra riportato) qsto dato,di cui vi chiedo cortesemente un chiarimento,non significa nulla. Confido in una vostra risposta.

[#1]  
Attivo dal 2006 al 2009
Purtroppo, come al solito, mancano i sintomi per cui lei ha eseguito gli esami, e i valori di riferimento del laboratorio che ha eseguito gli esami, mancano inoltre gli esami eseguiti per il virus di Epstein-Barr. Inoltre, mi dispiace non essere in accordo con la dottoressa dello Spallanzani, per la mononucleosi, perchè, può essere passata la mononucleosi, ma il virus di Epstein-Barr, può essere sempre presente, come ben descritto in letteratura internazionale. Questo, per sue caratteristica, ha la proprietà di permanere nell’organismo indefinitivamente, e provocare danni, purtroppo come spesso ho constatato, viene molto sottovalutato, mentre in letteratura internazionale, ha una grandissima importanza nel determinare mattie molto importanti, soprattutto le malattie autoimmuni e i linfomi. Le riporto qui di seguito i valori riscontrati e i valori di riferimento, secondo il laboratorio da me interpellato.ENA antinucleo specifici che lei riferisce presentigli SS-A(Ro) che lei riferisce presenti, sono espressione di una malattia autoimmune, molto probabilmente il LES, lupus eritematodes sistemico. Ma anche la tipizzazione linfocitaria, indica la presenza di una forma patogena, che ha innescato la patologia autoimmune. T4(CD4) 40,90 (36—50) leggermente aumentatiT8(CD8) 27,30, (20—28) leggermente aumentatilinfociti B(CD19) 8,4 (5—14) tendenti all’aumentolinfociti NK(CD16) 16,4 (3—15) aumentatiquesto indica la presenza di un agente patogeno che per mimetismo molecolare ha, o sta innescando una patologia autoimmune.Non conoscendo i suoi sintomi, non posso dire di più.Deve soltanto saper che individuando l’agente patogeno che sta provocando una reazione, si può instaurare una terapia biologica adeguata.Inoltre poiché il virus di Epsein-Barr, ne potrebbe essere responsabile, non avendo lei riferito gli esami eseguiti, è impossibile andare oltre.Praticamente lei ha in atto un inizio di malattia autoimmune, sta facendo anticorpi anti tessuti personali.Autoanticorpo vuol dire che per un meccanismo chiamato mimetismo molecolare, in cui l’agente patogeno viene processato, ha provocato la produzione di difese contro l’agente patogeno, ma anche contro i suoi tessuti, che lentamente vengono distrutti. Saluti