Utente
Salve.
Sono un ragazzo molto ansioso.


Vorrei sapere se dopo circa 48 ore da una Trauma Cranico Minore non Commotivo, posso escludere un Ematoma SubDurale ACUTO.


Ho solo un piccolo bernoccolo in sede di impatto (fronte) e leggerissimo mal di testa.
Non ho avuto perdita di coscenza, vertigini, vomito o altro.


Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Considerato il tempo trascorso e l'assenza di sintomi puoi tranquillizzarti sull'assenza di esiti del trauma.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Save Dottore.
Ormai sono quasi 72 Ore, possiamo escludere intanto gli Ematomi quelli Acuti, giusto?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Giusto
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Dottore un ultima domanda approfittando della sua bontà,
quindi dopo un Trauma Cranico Minore senza Perdita di Coscenza, in un ragazzo giovane senza patologie coagulanti, dopo 72 H, quante probabilità ci sono che si formi un Ematoma Intracranico?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Parliamoci chiaro: se si vuole essere sicuri che in seguito al trauma non si sia formato alcun ematoma, occorre sottoporsi necessariamente ad una RM del cranio perchè l'assenza di sintomi non garantiscono al 100% l'assenza di tali patologie. Vista la tua ipocondria, l'assenza di sintomi, ho cercato di tranquillizzarti ma, ripeto, la sicurezza viene data solamente da una indagine radiologica.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Si ma credo ci saranno probabilità molto basse in quel caso di Trauma dottore, o erro?

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non erri
Dr. Raffaello Brunori