Utente
CARO DOTTORE, HO 39 ANNI, DA CIRCA 5 ANNI SOFFRO DI ERNIA IATALE DA SCIVOLAMENTO, ASSMO LANSOPRAZOLO 30 PENSA, MOTILEX PRIMA DEI PASTI.CIRCA 2 ANNI FA DOPO PRANZO E SOPRATTUTTO IN INVERNO MI VENIVA UNA VAMPATA IN VISO DI CALORE E DI ROSSORE CON TACHICARDIA. IL GASTOENTEROLOGO MI DISSE DI ELIMINARE I CIBI LIQUIDI, COSI' FACENDO I SINTOMI SI SONO RIDOTTI, MA DA CIRCA 1 ANNO QUESTE VAMPATE DI CALORE E ROSSORE CHE MI RENDONO A DISAGIO LI AVVERTO CIRCA 3 ORE DOPO IL PRANZO, PREMETTENDO CHE IL MIO LAVORO E' PESANTE E DI MOVIMENTO, INFATTI IL SABATO E LA DOMENICA CHE NON LAVORO QUESTI SINTOMI NON LI AVVERTO.
NON POTREBBE ESSERE UN FATTORE DELLA DIGESTIONE O DEL MOVIMENTO STESSO? OPPURE LEI COSA NE PENSA? MI AIUTI, E MI CONSIGLI COSA FARE. LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE. CORDIALI SALUTI.

[#1]  
Attivo dal 2008 al 2009
Cara signora

Senso di calore repentino e transitorio, localizzato al viso; frequentemente è avvertito dalla donna in menopausa ed è dovuto a iperproduzione di gonadotropine da parte dell’ipofisi. Possono anche far parte della sintomatologia altre affezioni, come difficoltà digestive, disfunzioni epatiche, o semplicemente compaiono come manifestazioni di attacchi d’ira o in situazioni di ansia e di stress lavorativo.
Penso che lo stress lavorativo, potrebbe benissimo essere il suo problema.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente
caro dottore veramente sono un uomo,ne approfitto per specificare il mio lavoro, lavoro il ferro e tutto il giono sto all'impiedi spostandomi per 15 metri senza fermarmi. se gentilmente puo' nuovamente rispondermi la ringrazio. arrivederci.