Utente
Egregi e gentilissimi dottori ,
sono un ragazzo di 22 anni alto 1.70 e peso 80 kg, e da circa 4 anni soffro di leggere vertigini,senso di instabilità e di sbandamento nel camminare e nello stare in posizione erette ( preciso infatti che quando sono seduto o sdraiato non avverto nessun problema ) . Il problema è peggiorato dal momento in cui,facendo ricerche sul mio problema,ho scoperto che tali disturbi potrebbero essere anche attribuiti a patologie gravi . Mi sono dunque deciso ad andare dal dottore , il quale ha dato inizio a un calvario di visite che non hanno ancora fine...di seguito gli esami svolti :
VISITA NEUROLOGICA : si esclude presenza di patologie interne occupanti spazio o riguardanti l'apparato cerebrale . Non si ritiene necessario eseguire ulteriori esami .
VISITA ORL : il paziente non presenta alterazioni cliniche a carico dell'apparato vestibolare . La sensibilità trigeminale è normale;Prova marcia:negativa . Romberg: normale . No nistagmo spontaneo. Normalità acustica bilaterale . Si consiglia , anche a scopo psicoterapeutico , RMN cerebrale .
RMN CEREBRALE : In fossa posteriore il IV ventricolo è mediano,normale per morfologia e dimensioni.Le cisterne intorno al tronco sono regolari. Non sono in particolare apprezzabili lesioni occupanti spazio a livello delle cisterne ponto-cerebellari.D'ambo i lati si rileva un'spetto normale per morfologia,dimensioni e decorso dei fascicoli nervosi costituenti il VII-VIII paio di nervi cranici . Nel comparto sovratentoriale le cavità ventricolari sono normali per sede,morfologia e volume,prive di impronte patologiche sui contorni. Si rileva un spetto normale delle cisterne sovrasellari,delle cisterne silvane e degli spazi sub-aracnodei della convessità.Non sono apprezzabili lesioni focali intraparechimali a segnale alterato nè a carico delle strutture contenute in fossa posteriore nè in seno al parenchina degli emisferi cerebrali.Bob sono altresì apprezzabili raccolte extra-assiali. CONCLUSIONE :non lesioni espansive endocraniche ed in particolare lesioni occupanti spazio a livello delle cisterne ponto-cerebellari nè lesioni focali intraparechimali a segnale alterato .
Dati tali esiti,il mio medico mi ha detto che molto probailmente potrebbe trattarsi di un problema di cervicalgia e mi ha prescritto dei rx rachide cervicale in due proiezioni .
Premetto che ho molta fiducia nel mio medico,e che il fatto che la RMN abbia scongiurato patologie più gravi mi fa stare molto meglio .
Ma volevo solo chiedervi un vostro parere in merito .
Ringraziando per l'attenzione e per la cortesia , porgo i più cordiali saluti .

[#1]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'iter diagnostico fin d'ora eseguito è il giusto protocollo per i soggetti affetti da vertigini da causa non nota, unico consiglio è di praticare in caso di negatività alla Rx cervicale anche un ecocardiogramma colordoppler.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO