Utente 560XXX
Dopo Trauma stradale: - Frattura VIII costa di destra - tutti i 4 canini scheggiati - tenorrafia 5 dito mano dx - tumefazione scrotale di natura traumatologica, dolente alla palpazione l’eco evidenzia modesto ispessimento delle tuniche a livello dell’emiscroto dx dove si rileva discreta quantità di idrocele ad aspetto corpuscolare da recente trauma stradale, didimi indenni da lesioni focali. - Trauma cranico commotivo - brasioni e contusioni multiple - marcato versamento fluido della borsa sub-acromion-deltoidea - Aspetto edematoso ed iperecogeno del tendine del sovraspinoso in sede peri-inserzionale - Discreto versamento all’interno della doccia del capo lungo del muscolo bicipite brachiale, che appare in sede - Si segnalano anomalie di reazione posturale nelle prove statiche e dinamiche prevalentemente ad occhi chiusi su destabilizzazione sagittale, con aumento delle frequenze di oscillazione verso range di competenza vestibolare. - Verigini - in esiti di trauma contusivo da investimento stradale avvenuto in data 21 luglio 2019 si apprezzano: cisti gangliare verosimilmente post-traumatica in sede radiale destra versante palmare, del diametro trasverso massimo di circa 12mm, discreti segni di peritendinite verosimilmente post-traumatica a carico dei tendini flessori del secondo, terzo e quarto raggio di sinistra; marcata imbibizione edematoso-emorragica di natura post-traumatica a carico del terzo medio e distale della loggia laterale di coscia destra, estesa in senso cranio-caudale per circa 7cm; strappo muscolare di I grado del diametro cc massimo di circa 4 mm in corrispondenza dell’origine del muscolo adduttore lungo di sinistra, sede di obbiettività clinica, associato a discreta imbibizione edematoso-emorragica dei tessuti molli locoregionali: reperti di verosimile natura post-traumatica. In relazione a quanto sopra, 10 punti proposti dall'assicurazione, sono innerenti al trauma? Grazie

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

in Medicina Legale le valutazioni di invalidità permanente e danno biologico si effettuano:
1. visitando l'infortunato dopo un periodo congruo dall'epoca del trauma, per consentire la stabilizzazione degli eventuali postumi
2. controllando tutta la documentazione sanitaria pertinente.

Pertanto in questa sede non è possibile esprimere valutazioni critiche circa una valutazione che è stata effettuata da un Medico Legale che ha potuto visitare l'infortunato, e che ha potuto avere a propria disposizione tutta la documentazione sanitaria del caso.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]