Utente 394XXX
Dottori buonasera a tutti, vi pongo il mio caso. In data 15/10 c. a., mentre stavo lavorando, mi sono accovacciato per pulire e caricare il frigo degli alimenti. Nel risollevarmi dalla posizione accovacciata, ho avvertito un dolore al ginocchio SX. Ho proseguito il servizio anche se ogni volta che mi abbassavo per prendere alimenti dal frigo, avvertivo un dolore che non mi permetteva la flessione del ginocchio. Dopo il servizio, mi sono recato all'ospedale x un controllo dove la RX non ha mostrato segni di fratture. Sono stato dimesso con una prognosi di 3 giorni e aperta pratica INAIL. Il giorno successivo mi sono alzato con il ginocchio gonfio è alla scadenza dei 3 giorni, mi sono nuovamente recato all'ospedale x una nuova rivalutazione del caso. Tramite certificato del medico curante e con la nuova certificazione ospedaliera, ho riaperto l'infortunio dove alla scadenza dei giorni, mi sono recato all'inail x visita di controllo. Nel frattempo, ho fatto la RM prescritta dall'ortopedico di turno dove veniva evidenziata la frattura orizzontale del Menisco mediale. Recatomi all'inail, venivo visitato dal Medico Legale di turno dove, raccolto il racconto dell'accaduto, mi riferiva che non erano più loro competenti in quando non si trattava di un infortunio lavorativo, anche se verificatosi sul posto di lavoro, è mi inviava dal mio medico curante x le cure per l'invio all'ente competente INPS. E' la prima volta che mi capita una cosa simile è vi chiedevo se la decisione dell'inail sia da un vostro punto di vista corretta. Posso impugnare tale decisione? a chi mi posso rivolgere? garzie

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

probabilmente il sanitario INAIL non ha riconosciuto nelle circostanze dell'evento la cosiddetta "causa violenta", indispensabile affinchè questo possa essere classificato come "infortunio sul lavoro" come da T.U..
In questa sede non è possibile effettuare valutazione critica della decisione INAIL, non disponendo degli elementi per poter esprimere un parere (documentazione sanitaria e visita diretta).
Ove non concordi con la decisione dell'Istituto, può presentare opposizione amministrativa, tramite un Ente di Patronato.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 394XXX

Dott. Mascotti, grazie di cuore per la Sua risposta. Buona serata.