Utente
ho un pace maker per malattia del nodo del seno.
una dilatazione aorta ascendente sotto controllo ogni anno ho ogni tanto fibrillazione atriale.
ho qualche diritto particolare se vado in commissione medica tipo invalidità o 104 grazie, in quanto il medico del lavoro mi ha dato idoneità ma con limitazioni da revisionare

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la condizione di portatore di pacemaker per cardiopatia in invalidità civile comporta valutazioni comprese fra il 20% ed il 40%; tenga conto che la percentuale minima per il riconoscimento della condizione di "invalido civile" è 34%.
L'unico beneficio che può ottenere in tale senso è la fornitura gratuita di protesi ed ausilii, ove ne avesse necessità per la cardiopatia.
A mio parere inoltre l'attribuzione della condizione di handicap ai sensi della Legge 104 per il portatore di pacemaker non è ipotizzabile, a meno che non si trovi a vivere in un contesto socio-sanitario estremamente disagiato.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente
mi son dimenticato ho anche valvola bicuspide quindi questo disturbo piu pacemaker e dilatazione aorta non ho nessun diritto su invalidita e 104 per me ?

[#3]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

a parte il pacemaker, ove non sia riscontrabile alcuna menomazione ascrivibile alle valvulopatie (classe 0), sulla sola base della diagnosi non è configurabile alcun grado di invalidità nè di handicap.

Questo è soltanto un parere teorico : infatti per poter valutare attendibilmente il grado percentuale di invalidità che Le potrebbe essere attribuito, non è sufficiente la semplice descrizione delle diagnosi e dei trattamenti effettuati, ma è indispensabile una visita diretta e l'esame di tutta la documentazione sanitaria pertinente.


Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente
e le fibrilazioni che per fortuna per ora son rare non possono dipendere da questo

[#5]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se le "fibrillazioni" sono rare, non rappresentano invalidità permanente (si resta sempre nella classe 0) .
Per poter essere valutabile in invalidità, un'aritmia deve comportare menomazione apprezzabile, e non temporanea.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#6] dopo  
Utente
ok grazie