Utente cancellato
Buonasera, A seguito di ernia discale si procedeva con discectomia.
Qualche giorno dopo e passati oltre 20 giorni dall' intervento lamentava sempre dolore, anche più forte, sia nella zona lombare che nel quadricipite femorale sx, con accertata ipotrofia muscolare.
Effettuati tutti gli esami si confermava che l intervento non fosse andato a buon fine, con rimanenza di materiale erniario e con errata tecnica di intervento, per questo si doveva procedere ad un secondo intervento, questa volta a cielo aperto.
La domanda è possibile che accada ciò e che il neurochirurgo non ammetta la responsabilità o meglio dire che presa visione degli esami non veda che l Intervento da lui effettuato non sia andato come doveva?
Mi dicono che si tratti di errore medico, può essere?
In attesa di risposta, ringrazio

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'esito non soddisfacente di un intervento chirurgico non è sinonimo di errore medico: possono esistere diversi motivi per cui un trattamento non ha successo, e soprattutto per le terapie chirurgiche prima di poter definire una responsabilità del medico in termini di colpa, per imperizia, imprudenza o negligenza, è necessario analizzare accuratamente il caso, esaminando in dettaglio tutta la documentazione sanitaria disponibile..
In primo luogo, il professionista che può verificare se nel trattamento si sono verificati errori od omissioni deve essere un esperto nella materia, e quindi nel Suo caso un altro Neurochirurgo od un Ortopedico che conosca le tecniche interventistiche per l'ernia discale.
Quindi, ammettendo che vengano evidenziati uno o più errori, è necessario ancora stabilire il nesso causale fra gli errori rilevati e l'insuccesso dell'intervento, nonchè il danno che ne è conseguito e la relativa valutazione di responsabilità: questo è il compito dello specialista in Medicna Legale che rilascerà, dopo aver visionato la documentazione e visitato direttamente l'interessato, una relazione peritale scritta sul caso.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
579104

dal 2020
grazie per la risposta, ne terrò conto!!