Utente
Spett.li dott. Ho 42 anni tramite RMN L/S senza MDC mi è stata diagnosticata:
ernia posteriore med. e paramed.dx L4-L5 su parete antero-laterale del sacco durale occupando recesso lat. dx.Apprezzabile protusione focale disc. L5-S1.Alterazione di segnale a morfologia ovalare è apprezzabile a carico del soma vert.L1,iperintesa nelle sequenze T1-T2 pesate comp. con emangioma.Questo nel Luglio 2007,ad Aprile 2009:Protusione discale mediana-paramed. dx spazio C5-C6 e le protusioni precedenti accentuata L5-S1.Il mio problema è che adesso si sono accentuati i sintomi.Cioè dolori alle gambe,che si appesantiscono e addormentano,dolori alle ginocchia e alle caviglie,alle caviglie a volte ho la senzazione d prendere una storta invece avverto solo il dolore perchè il piede è fermo, ho dolori ai due alluci a volte come cammino avverto come una forte scossa e non riesco a pogiare il piede perchè sembra come se l'alluce si fosse rotto sotto.Alla parte superiore del piede sinistro anche stando ferma o seduta avverto delle forti fitte,non riesco a stare tanto seduta, ma sopprattutto la notte non riesco a riposare, a volte mentre sono a letto, ho forte senso di bruciore alle gambe e quando mi alzo sono dolorante e molto stanca, inoltre faccio fatica a mettermi subito con la schiena dritta. La situzione migliora un po solo quando riesco a camminare, cosa che non riesco a fare sempre perchè avendo un negozio,non ho tempo e di conseguenza sto sempre nella stessa posizione cioè in piedi.Per ultimo avendo problemi allo stomaco non posso assumere farmaci, di conseguenza non ho mai potuto fare una cura,quando in casi estremi come adesso ci ho provato ho avuto conseguenze.Vi chiedo quindi se potete delucidarmi sulla mia situazione attuale e dare dei consigli.Vi ringrazio già da adesso.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent.le Signora,da come Lei descrive i disturbi, sembrerebbe che vi sia una buona corrispondenza fra le immagini rmn e i deficit/dolori di cui si lamenta.
Direi che sarebbe opportuna una visita neurochirurgica per stabilire se è indicato un trattamento chirurgico ed, eventualmente, di che tipo.
Mi tenga informato e cordiali saluti
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294