Utente
gentile dottore ho ritirato oggi la risonanza magnetica del rachide cervicale richiesta dal mio fisiatra per sospetta sindrome di Neri Barre e le riporto l'esito:

rettilineizzazione della fisiologica lordosi

corpi vertebrali di normale spessore e segnale e con regolare allineamento dei muri posteriori

evidenti deformazioni spondiloartrosiche con grossolana osteofitosi retrosomatica nel tratto tra c5 e c7

a livello c5-c6 ernia discale mediana paramediana sinistra un poco scivolata caudalmente con impronta molto marcata sul midollo spinale, accentuata da grossolana voluminosa osteofitori retrosomatica, con assottigliamento e deformazione del midollo spinale sul lato sinistro ma senza apprezzabili alterazioni di segnale del midollo nei limiti di risoluzione della attrezzatura in dotazione

a licello c6-c7 disidratazione e riduzione di spessore del disco intersomatico con evidente protrusione discale ed osteofitorica mediana con impronta a largo raggio sul sacco durale e lieve riduzione prevalentemente osteofitosica del canale di coniugazione di sinistra

gli altri dischi intersomatici cervicali sono sostanzialmente normo contenuti

non alterazioni di segnale del midollo spinale cervicale

che cosa dice? corrisponde alla sindrome sospettata? dovrò ricorrere a un intervento chirurgico? cosa mi consiglia di fare?
la ringrazio molto per la sua risposta e le auguro buon lavoro

[#1]  
Egr. signore,
Lei non riferisce dei Suoi sintomi,quindi non è possibile capire confermare l'eventuale diagnosi del Suo Fisiatra.
Da quel che leggo, la RM evidenzierebbe una significativa ernia discale che verosimilmente dovrebbe essere trattata chirurgicamente, ma la conferma la si può avere solo dopo una visita diretta e la visione delle immagini.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti,La saluto con cordialità

[#2] dopo  
Utente
i sintomi sono vertigini, dolore a livello cervicale e dorsale e difficoltà nel girare la testa soprattutto dal lato destro

[#3]  
Non mi sembrano sintomi riferibili sicuramente alla s. di Barrè-Neri-Lieou. Solo la visita specialistica diretta di un neurochirurgo potrà stabilirlo.