Utente
le scrivo perchè vorrei altro aiuto dopo una brutta caduta per il cedimento di un balcone ho fatto una caduta di circa 5 metri e dopo una prima diagnosi di una micro frattura al bacino all'inguine destro, e dopo un paio di giorni con una tac mi viene riscontrata una frattura alla L4 che fra l'altro comprimeva il nervo sciatico a questo punto il neurochirurgo decide ad eseguire un intervento chirurgico col mettermi una protesi fra la L3 e L5 con quattro viti come si evince da radiografia.. fra l'altro dopo 14 giorni subisco un secondo intervento a dire del neurochirurgo di pulizia della protesi ...
In pratica a causa della micro frattura del bacino come descritto sopra sono stato coricato nel letto per 37 giorni i mesi successivi esattamente 2 mesi dopo essere stato coricato 80% del tempo. Ora dopo ennesimo controllo con radigrafie in mano prima mi si dice guarito apposto perfetto poi sempre il neurochirurgo che mi a operato mi chiede quanto tempo e passato io confermo 4 mesi di stare col busto lui modifica ciò che aveva affermato due minuti prima e mi dice un altro mesetto ...
Ora le chiedo che se faccio la prova a stare inpiedi senza busto nella zona del intervento mi sento tutto strano quasi oserei dire indolenzito ma quali esercizi dovrei fare??
Per capire se e una questione solo di muscoli della zona (la zona dovrebbe essere lombo sacrale) ...
Le chiedo per favore qualche valido AIUTO
Per favore non mi ignori...
Anche perchè incomincio ad essere sconfortato e credo che non ritornerò più efficiente come prima (Anche se il neurochirurgo che mi ha operato dice che farò tutto come prima ..)
Devo crederci?? non vorrei che mi si illuda...

Claudio G.

[#1]  
Caro signor Claudio,
penso che un po' di tempo per il recupero completo ci debba essere.
Non so ovviamente quantificarlo senza poterLa visitare.
Credo comunque che debba seguire le indicazioni di chi l'ha operata.
Cordialmente e auguri

[#2] dopo  
Utente
Scusi se la tormento ma lo sconforto aumenta e non le nego che sono arrivato a circa 8 mesi dall'intervento si vedo dei micro proghessi ma hai me e come se avessi tutto un blocco all'altezza della L4 e cosa che cerco di capire se sono le placche con le viti che sento ho altro,noto anche tante piccole sofferenze per es. cammino a piedi e dopo pochi metri mi devo fermare e sedere perchè noto di non farcela,cerco di non arrendermi e graduatamente cerco di toccarmi la punta dei piedi con le gambe dritte.
Ma vede caro Dott. Migliaccio le parlo col cuore in mano io ho sempre cercato di essere prima dell'infortunio una persona attiva e di volere affrontare le sfide del lavoro, ma dopo l'infortunio da un pò di tempo mi chiedo come mai non ci sono rimasto per sempre a terra mi sento un andicappato un invalido lo sono già ma che vivo a fare non vedo la luce alla fine di questo tunnell.
Mi domando forse non era necessario l'intervento ma hai mè ormai e tardi le chiedo un aiuto sincero su cosa fare .

[#3]  
Caro Signore,
comprendo la Sua angoscia, ma non deve però abbattersi.
Non so come potrei aiutarLa senza poter esaminare la documentazione clinica e il Suo stato clinico attuale.
Cordialità ed auguri