Utente
Gentili Dottori vorrei esporvi la mia situazione. Dal mese di Aprile c.a. ho avuto un attacco improvviso di lombalgia senza aver effettuato alcun tipo di sforzo. Il mio medico mi prescrisse Soldesam 4mg insieme a Nicetile 500 iniezioni per 10 gg senza alcun beneficio. Dopo feci una RM che riporto qui il referto: assenza di alterazione strutturali dei metameri in esame. Canale spinale di normale ampiezza. I dischi intersomatici appaiono regolari per spessore e segnale salvo l4 l5, l5 s1 assottigliati e disomogenei per degenerazione disidrotica.
Ernia discale posteriore a sede mediana-paramediana sinistra a livello del disco intersomatico l4 l5 con compressione sul sacco durale. Ernia discale posteriore a sede paramediana sinistra a livello del disco intersomatico l5 s1 con compressione sul sacco durale e sulla tasca radicolare s1 omolaterale. Assenza di nuclei di alterato segnale endocanalare da riferire a patologie erniaria ai rimanenti spazi. Cono midollare in sede nella norma per morfologia e struttura.
Avvertivo forte dolore in zona lombare che non mi permetteva di svolgere le normali attività quotidiane, soprattutto da seduto era un dramma ogni volta che dovevo riprendere la posizione eretta. Mi alzavo sempre curvo, non riuscivo a stare dritto. Sottolineo che dolore alle gambe non ne avevo, solo formicolio ad entrambe le piante dei piedi. Il 13 Giugno ho effettuato discolisi percutanea con Ossigeno Ozono ma con miglioramenti sensibili . Data l impossibilità di condurre una vita normale il 30 Agosto ho subito un intervento di decompressione canale vertebrale con decompressor e stabilizzazione interlaminare elastica intraspine l4 l5. Devo dire che oggi a distanza di 35 giorni dall' intervento, sono migliorato tantissimo sono quasi alla normalità, solo che quando sono seduto per più di 30 minuti ho ancora dolore lombare e il formicolio ai piedi ancora non é sparito. Tutto questo con il tempo svanira? Quanto ci vuole per vedere i massimi effetti di questo intervento? Oppure sono già al massimo dei risultati? Grazie delle risposte Vi lascio una buona serata.

[#1]  
Dr. Alessandro Rinaldi

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2011
Gentile Signore
direi dai due interventi che ha subito, che dopo circa 30 giorni è ammissibile che possa ancora risentire di formicolii e lombalgia.
C'è da tener conto da quanto lei stesso riferisce che non è stata trattata la discopatia L5-S1. A questo punto però giustamente il suo caso merita un periodo di osservazione clinica, nel senso che ai prossimi controlli clinici e radiologici potrebbe anche osservarsi una regressione spontanea della discopatia rimasta, questo perchè risolto il problema principale L4-L5, insieme ad un trattamento posturale che vivamente le consiglio, anche L5-S1 potrebbe gradualmente riprendere una sua funzione normale.
E' importante fare attenzione ad eventuali difetti posturali, infatti, che nella vita quotidiana, al lavoro e in casa, ad esempio con lunghe ore seduto in posizione non corretta, possono causare e mantenere alterate posture della colonna vertebrale, premessa per i problemi da lei presentati.
E' giusto quindi supporre che sia presto per dare una valutazione definitiva sui risultati ottenuti, e che sia quindi opportuno far trascorrere un pò di tempo per un bilancio definitivo.
Cordiali saluti,
Dr. Alessandro  Rinaldi

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, la ringrazio per la sua celere risposta le auguro una buona giornata e vi terrò informato per l' evolversi della situazione. Grazie ancora per il servizio che offrite.

[#3] dopo  
Utente
Gentile Dottore, volevo aggiornarvi sulla mia storia. Oggi a distanza di 3 mesi dall' intervento ho recuperato tantissimo, ho solo il problema che quando resto seduto per oltre 40 minuti circa ho dolori alla parte sx della schiena. Vi ricordo che ho messo una protesi INTRASPINE 14, a livello l4 l5. Il medico mi ha proposto di eseguire dinuovo una decompressione del livello in questione con decompressor percutaneo. La mia domanda é non è rischioso effettuare questa tecnica su un tratto stabilizzato con protesi? se si quali sono i rischi? Ringrazio per l interessamento buona serata.

[#4]  
Dr. Alessandro Rinaldi

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2011
Gentile signore,
Devo constatare che a distanza di tempo il recupero sia pur di poco ma c'è stato, in una posizione come quella seduta che è la più difficile da sopportare. Un pratico suggerimento, che mi auguro le abbia già dato il fisioterapista, è di interrompere di tanto in tanto la posizione seduta con qualche esercizietto.
Per ciò che concerne domande sulla strumentazione usata e i rischi ad essa connessi, credo sia più opportuno rivolgerle a chi ha montato il sistema e chi ha eseguito la PLDD. Io personalmente non le uso.
Cordiali saluti,
Dr. Alessandro  Rinaldi