Utente
Buongiorno,
ho vent'anni, è circa un mese che ho un dolore continuo alla gamba sinistra, non mi limita ancora nei movimenti,anzi se cammino sembra vada molto meglio. Ho fatto una cura di bentalan e nicetile per 6 giorni, ma finita il dolore è riapparso.
L'altro giorno ho fatto una risonanza magnetica e questa è stata la diagnosi:
Ad L4 L5 disidratazione del disco che ernia in sede posteriore mediana.
Ad L5 S1 disidratazione del disco con grossolana ernia posteriore paramediana sinistra che migra in senso caudale, comprimendo le strutture sacco-radicolari. Il medico curante ha detto di andare da un neurochirurgo e che secondo lui è necessaria un'operazione, prima che l'ernia danneggi in modo grave il nervo e di conseguenza i muscoli. Ma prima l'operazione non è l'ultima spiaggia? Non si può fare nient'altro prima?

[#1]  
Dr. Marco Mannino

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CUNEO (CN)
TAGGIA (IM)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
CATANZARO (CZ)
MARINA DI GIOIOSA IONICA (RC)
PINEROLO (TO)
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile signora, ha già assunto i farmaci con scarso beneficio. L'intervento chirurgico per ernie molto grosse, eseguito da mani esperte, è la soluzione più rapida, sicura e risolutiva. Così come insegna la letteratura scientifica mondiale.
La mia esperienza personale mi insegna che prima viene eseguito l 'intervento, prima viene decompressa la radice nervosa, migliori sono i risultati sia a lungo e breve termine.
Cordialmente
Dr. Marco Mannino
Neurochirurgo
http://www.studiomannino.com