Utente
Salve, da oltre un anno soffro di cefalee frequenti. Circa un mese fa il neurologo mi ha consigliato di sottopormi a RM encefalo e studio AngioRM del cranio. Le riporto la parte finale del risultato dell'esame: "Il dato più rilevante dell'esame è rappresentato dalla presenza di un aneurisma sacciforme, parzialmente trombizzato della triforcazione della media a SN". Il neurochirurgo mi ha prescritto uno studio angiografico M.S. in day Hospital. Tenendo presente che ho 58anni, sono sieropositiva da + di 22, oltre a problemi tipo bronchite cronica, tiroidite, osteoporosi, ecc. vorrei da Lei un consiglio su cosa fare, ma soprattutto un parere SINCERO, diciamo uno sguardo sul mio futuro, dal suo punto di vista (dato che i medici che ho difronte immancabilmente tergiversano,scantonano,rinviano..). Io penso che la conoscenza mi aiuterebbe ad essere pronta ad affrontare il domani, sia quel che sia: e forse a scherzarci sù (come x l'Aids). In ogni caso, Grazie di cuore se vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Lo studio angiografico avrebbe essenzialmente il fine di poter indicare un eventuale trattamento chirurgico di clippaggio o di trattamento endovascolare per completare la embolizzazione.
Presumo che si tratti di un aneurisma che non ha mai sanguinato, viceversa alla rmn cerebrale si sarebbe potuta vedere qualche residuo di emosiderina, e che se è parzialmente trombizzato dovrebbe esserlo dalla parte del fondo del sacco dove eventualmente vi è il pericolo che si rompa.
In sintesi, pur non avendo visto le immagini, le probabilità che costituisca pericolo non sono moltissime.
Per scrupolo, riporti per intero il referto della rmn e della angio-rmn.
Cordialmente.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294