Utente
Salve, sono la mamma di un bimbo di 4 anni affetto da astrocitoma pilomixoide sull'ipotalamo e chiasma ottico. A causa dell'accrescimento della massa nel 2010 gli è stata innestata una derivazione bi-ventricolo peritoneale che non ha mai dato particolari fastidi, se non durante i post interventi di debulking della massa per insorgenza di malfunzionamenti della valvola e conseguente sostituzione.
Allo stato attuale dall'ultima sostituzione è passato un anno e tutto pare perfettamente funzionante, se non che da un paio di settimane portando il bimbo dalla posizione sdraiata a quella seduta, ci segnala un fastidio dietro il collo e dietro l'orecchio (dove passa il tubicino della derivazione). Questo fastidio viene segnalato solo ed esclusivamente nel cambio di detta posizione ed in nessun altro momento.
Una settimana fa il bimbo è stato sottoposto ad una rmn di controllo senza mdc (per allergia al gadolino) da cui si evince che i ventricoli sono della stessa dimensione delle precedenti rmn.
Quali possono essere le altre problematiche che posso causare questi fastidi??
grazie mille per l'interesse e la risposta.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Spieghi meglio che cosa è questo fastidio (dolore, rigidità, estensione all'indietro...).
Cordialmente.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Il bimbo non si esprime con tanti vocaboli, segnala solo fastidio dicendo "ahia" toccandosi la nuca o dietro l'orecchio in prossimità del tubo della derivazione.

Grazie mille!

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L'unica cosa che ci potrebbe far sospettare è che il bimbo sia iperdrenato e che questa situazione si accentui col passaggio brusco da disteso a seduto.
Ponga il quesito al Collega che lo ha operato e, nel frattempo, sollevi il bambino lentamente e non più bruscamente. Se tale manovra allevia il disturbo, ci sarebbe una parziale conferma alla mia ipotesi.
Se ha piacere, dia ulteriori notizie.
Cordialità
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta, sottoporro' il quesito anche ai Neurochirurghi del gaslini di genova che seguono il bambino.
Vorrei pero' chiederle, qualora si tratti di iperdrenaggio, sarà necessari sottoporre il bimbo ad un'operazione per la sostituzione della valvola??

Grazie mille

[#5]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In teoria sì, ma esistono delle valvole che possono essere chiuse/limitate anche dall'esterno. Può essere che abbia una di queste (forse ha una valvola a bassa pressione) che o va sostituita o, se il disturbo è lieve e non vi è tendenza alla formazione di ematomi, lasciata lì perchè il bambino crescendo avrà probabilmente la necessità di una revisione del sistema derivativo.
Faccia sapere cosa Le dirà il Chirurgo.
Cordialmente.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294