Utente
Salve sono una donna di 50 anni che da un po' di tempo avverte dolori alla gamba destra nella zona inguinale fino al ginocchio. Ciò avviene in seguito a particolari movimenti in seguito ai quali la gamba si blocca come se avessi un crampo e devo aspettare qualche minuto o posizionarla in un determinato modo per farla sbloccare. A ciò aggiungo periodi in cui ho continue vertigini ed un intervento di ernia L5-S1 fatto circa 15 anni fa.
Vi riporto l'esito della RM del rachide cervicale:
Modici segni di spondiloncuartrosi con canale spinale e canali di coniugazione di ampiezza normale.
Modica protusione posteriore del disco intersomatico C3-C5 e del disco intersomatico C4-C5.
Lieve riduzione di spessore, segni disitratativi ed iniziale ernia posteriore mediana e paramediana dei dischi intersomatici C5-C6 e meno evidente C6-C7 che impegnano la doccia liquorale perimidollare anteriore e sporgono nei relativi canali coniugali.
Midollo spinale cervicale di morfologia, dimensioni e segnale regolari.

RM del rachide lombosacrale:
Modici segni spondilosici di tipo interapofisario a carico dei metameri vertebrali in esame.
Lieve riduzione di ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione del tratto L3-S1
Lieve protusione posteriore dei dischi intersomatici L2-L3, L3-L4, ed L4-L5 che in specie a quest'ultimo livello improntano lievemente la superficie ventrale del saccodurale e sporgono nei canali coniugali.
Ridotto spessore e segni didratativi del disco intersomatico L5-S1 cui si associa alterazione di tipo Modic I-II delle limitanti somatiche affrontate e con rilievo a suo carico di una diffusa protusione posteriore discoartrosica che impronta il sacco durale ed impegna parzialmente i relativi canali di coniugazione, in specie a sinistra.
Cono midollare terminante a livello L1, di morfologia, dimensioni e segnale regolari.

Dagli esami la situazione mi sembra complessa e vorrei gentilmente un vostro parere. Grazie

[#1]  
Dr. Claudio Bernucci

32% attività
0% attualità
16% socialità
BERGAMO (BG)
ALBA (CN)
IMPERIA (IM)
SAVIGLIANO (CN)
CUNEO (CN)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2001
Buongiorno,
per il tipo di dolore che Lei lamenta sarebbe opportuna una visita diretta perchè, alla luce dei referti RM, credo che il problema non sia legato alla sua colonna.
In particolare, le patologie della colonna cervicale non causano dolori come quelli da Lei descritti e la RM lombare non sembra rivelare problematiche ai lievlli L1-L2-L3 che sono quelli più spesso coinvolti in dolori alla radice della coscia.
Il mio sospetto è che lei possa avere invece una patologia dell'anca e sarebbe utile che il suo medico la visitasse e la sottoponesse alle manovre di scatenamento del dolore per avere un'idea più chiara della situazione.
Le indicazioni su riportate non possono sostituire il giudizio medico fornito in prima persona dal sottoscritto o da altri colleghi