Utente
Buonasera
Ho effettuato una rm
.per mal di schiena volevo chiedere se qualcuno può spiegarmi questo risultato.
Esame eseguito con scansioni coronali,sagittali ed assiali(immagini pesate in T1 spin-echo,T2fastT2stir)
Nella norma l'ampiezza del canale vertebrale.
Nel contesto del canale rachideo proiettivamente all'altezza dello spazio intersomatico S1-S2 è apprezzabile una neoformazione a morfologia tondeggiante che occupa quas iper intero il canale vertebrale e mostra segnale ipointenso nelle sequenze T1 pesate che vira verso una iperintensità nelle sequenze T2 dipendenti.
Il referto merita completamento dell'esame odierno dopo infusione di mezzo di contrasto paramagnetico endovenosa.
La formazione intracanalare mostra dimensioni massime in senso anteroposteriore di circa 2cm.
Non immagini riferibili ad ernie discali o protrusioni significative.
Regolare il cono midollare e le radici della cauda equina.
In attesa di risposta GRAZIE

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Come il Neuroradiologo ha già detto, una valutazione definitiva dovrebbe esserci una volta completata l'indagine diagnostica con l'infusione del mezzo di contrasto.
Direi che potremmo oscillare, in via strettamente presuntiva, fra un neurinoma di una radice ed una cisti liquorale (sarei portato, istintivamente, per quest'ultima possibilità).
Risentiamoci, se Lei crede, prossimamente col referto della nuova rmn senza e con contrasto paramagnetico.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
L a ringrazio per l'attenzione sarò ben contenta di tenerla informata,Grazie di cuore

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno
Le comunico la risposta della RM senza e con contrasto.
Esame eseguito in paziente con riscontro di formazione espansiva sacrale.
Nel contesto del canale vertebrale,al passaggio tra s1 ed s2,si rileva la presenza di formazione ovalare del diametro assiale massimo di circa 22x17mm ed estensione cranio-caudale di circa 21mm,determinante compressione e depiazzamento anteriore delle radici della cauda equina.Tale focalitàappare caratterizzata da ipointensità in T1,disomogena iperintensità in T2 e restrizione del segnale in diffusione.Dopo somministrazione di mdc non si apprezza significativo potenziamento patologico tessutale.I referti descritti depongono in prima ipotesi per cisti epidermoide endocanalare.Necessita valutazione chirurgica specialista.
In attesa di risposta i miei cordiali saluti.Grazie

[#4]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il mal di schiena non credo proprio che dipenda da quanto emerso alla nuova risonanza.
Senta un Neurochirurgo della Sua zona.

Se Lei non ha disturbi nè motori, nè sensitivi, nè disturbi sfinteriali vescicali od anale, sarei orientato per eseguire un ulteriore controllo, anche a breve (pochi mesi), per verificare l'eventuale evolutività di quanto bbbiettivato.
Se, viceversa, esistono i disturbi sopra-segnalati o dovesse emergere la tendenza all'evoluzione della lesione, direi che la opzione chirurgica vada presa in seria considerazione.
Se ha piacere, dia pure ulteriori notizie.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294