Utente
Buongiorno cari dottori, son un ragazzo di 30 anni, da diverso tempo soffro di dolori lombosacrali più o meno intensi, che si irradiano alle gambe, sia posteriormente sia anteriormente, agli inguini, fino alle caviglie. Spesso questo dolore è trafittivo, continuo, e spesso non trovo una posizione adatta per poter riposare. Il dolore aumenta se faccio sforzi, oppure quando salgo le scale, e quando entro ed esco dalla macchina.
Mi sono rivolto sia ad un ortopedico, sia a tre reumatologi, i quali, purtroppo non mi hanno saputo dare spiegazioni.
Infine mi sono rivolto ad un neurochirurgo, il quale mi ha prescritto una risonanza al bacino, una dorsale e lombosacrale, una tac lombosacrale, e una rx colonna in toto, in ortostasi e clinostasi, dove mostravano diverse protusioni, un inizio di coxoartrosi bilaterale, e la rx del rachide mostrava una iperlordosi, e una scoliosi ad ampio raggio destro-convessa.
Dopo un attenta anamnesi e la visione di tutti gli esami, il neurochirurgo mi ha diagnosticato, una retroversione del bacino con disequilibrio del rachide saggitale e trasversale (???) e mi ha prescritto una fisioterapia di riabilitazione posturale per tre mesi, e nel caso non guarissi, ricorrere all'intervento chirurgico per riallineare la colonna ed il bacino.
Ora, assolutamente, non voglio mettere in dubbio la diagnosi, anzi, mi sembra che il dottore sia stato molto attento e scrupoloso, e certamente non ne pretendo una da voi "on line", ma ho scritto solo per sapere a cosa corrisponde in realtà questa diagnosi, cosa possa significare.
Grazie infinite a tutti

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Ad essere onesti non è molto chiara la descrizione ma sembra di poter dedurre che vi sia una alterazione della statica vertebrale abbastanza importante. Lei comprende come un giudizio diagnostico possa efficacemente scaturire sia dalla visione delle immagini che dalla valutazione clinica, mirata alla dinamica vertebrale ed all'esame attento del quadro neurologico. Comunque è un caso da studiare.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, la ringrazio per la sua imminente risposta.
In realtà la rx colonna in toto, mostra dal referto, una modesta rotoscoliosi lombare, ipercifosi dorsale, e un dislivello degli arti inferiori di 10 millimetri, e lo spostamento del bacino in avanti.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Pertanto, il tutto potrebbe anche essere confinato in una problematica di postura da correggere sotto guida fisiatrica, come le ha indicato il Collega neurochirurgo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio di nuovo, ho fatto 3 mesi di fisioterapia, con pochissimi miglioramenti, perciò mi è stato proposto l'intervento chirurgico per raddrizzare la colona e far si che il bacino si riallineaasse (detto in parole povere).... ma non so fino a che punto può valerne la pena.... certo è che sono anni ormai che convivo con questo dolore....

[#5] dopo  
Utente
P.S...
In più nell'ultima risonanza dorso-lombare mi è stata riscontrata una siringomielia da D6 a D9....

[#6]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Egregio Utente e caro concittadino,
non è un caso da liquidare sic et simpliciter dicendo che un intervento che le raddrizzi la colonna elimini la sua sintomatologia. Comunque, la decisione implica una valutazione molto cauta che includa il parere congiunto del Neurochirurgo, l'Ortopedico ed il Fisiatra.
La siringomielia segue poi un diverso percorso diagnostico attraverso specifici esami neurofisiopatologici.
Cordialità
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#7] dopo  
Utente
Eh dottore, io capisco, e comprendo il nesso di quello che Lei vorrebbe dire, ma purtroppo, la fisioterapia mirata non ha dato frutti, antidolorifici/antiffiammatori lo stesso, corsetto ortopedico idem, intanto la scoliosi dall'anno scorso a quest'anno è peggiorata, il bacino si è inclinato ancora di più... dovrà pur esserci una "cosa" che funzionerà.....
In più ho girato decine di reumatologi, i quali, escludono a priori cause reumatologiche, ortopedici che mi mandano da neurochirurghi..... alla fine si troverà una soluzione?? Bhaaaa.....

[#8]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Egregio Utente,
segua il mio consiglio: si sottoponga ad una valutazione congiunta per tirar fuori un indirizzo terapeutico condiviso. Comunque capisco le sue perplessità nonché il senso di frustrazione provata a fronte di tanti sforzi per cercare una soluzione al problema.
Saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#9] dopo  
Utente
Molto frustante dottore mi creda.... anche perchè mi hanno rivoltato peggio di un calzino... rmn, tac, rx, elettromiagrafia, scintigrafie ossee, potenziali motori e visivi, moc, rx sotto carico, ecografie ecc ecc.... (tutto privatamente)....
Il problema, del parere congiunto, e che tutti sono discordati l'uno con l'altro, fino ad adesso ho trovato un minimo di accordo solo tra il neurochirurgo (che cambierò) ed il fisiatra....

[#10] dopo  
Utente
Secondo me il prossimo specialista a cui rivolgermi, devo provare con uno Stregone...

[#11]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Caro giovane,
torni alla carica con i Colleghi che l'hanno già valutata e la conoscono con esclusione dello...Sciamano. Chieda un parere congiunto, magari sotto il management del Neurochirurgo.
Auguri
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it