Utente
Buonasera,
mia madre di 77 anni in seguito ad episodi vertiginosi e cefalea, su indicazione di specialista otorino, ha eseguito una tc cerebrale senza contrasto con il seguente referto:
Iniziale ipodensità della sostanza bianca dei centri semiovali, corone radiate ed a sede periventricolare come segno di leucoencefalopatia su verosimile base vascolare.Iniziale incremento di ampiezza degli spazi liquorali ventricolari e periencefalici su base atrofica, sostanzialmente compatibili con l'età. Linea mediana in asse. Calcificazioni ateromasiche dei sifoni carotidei. Alla convessità, adesa alla grande falce cerebrale in sede frontale sinistra di apprezza formazione tenuamente iperdensa di circa 1,3 cm di diametro massimo e spessore massimo di circa 5 mm con alcune puntiformi calcificazioni periferiche. che non determina significativo effetto massa sulle circonvoluzioni adiacenti; il reperto potrebbe essere in primaipotesi riferibile a meningioma della grande falce cerebrale, da studiare tuttavia con esame TC o RM con m.d.c.

Non ho potuto ancora contattare il mio medico e velocemente ho sentito un sostituto che mi ha accennato ad un'ischemia....ma l'unico particolare degno di nota che io ricordi e che circa 30 anni fà ha avuto un ricovero per un'intossicazione da monossido di carboni.

Cordialment

[#1]  
Stando a quanto descrive il referto, si tratta verosimilmente di un piccolissimo meningioma superficiale che non dovrebbe destare problemi. Sarà utile la RM e quindi tenerlo in osservazione con seriati esami clinici.
In ogni caso è bene consultare di persona un neurochirurgo.

Cordialmente