Utente 559XXX
Buongiorno cerco di spiegare brevemente il problema: mia figlia di 16 anni a marzo scorso è stata operata di cisti aracnoidea. Dopo l’intervento è stata per circa 10 giorni senza nessun sintomo. Il mal di testa le è ritornato simile a quelli che aveva prima di operarsi.

Camilla da marzo soffre di mal di testa importanti che si acutizzano nel momento in cui si concentra, quindi quando studia, quando legge, quando memorizza; è seguita da un neurologo, sta prendendo delle pastiglie (adepril) la stanno curando come paziente emicranica ma senza miglioramento.

Da mamma vorrei porle una domanda perché non so più a chi rivolgermi.. . Secondo il neurochirurgo che l’ha operata il mal di testa non dipende dall’intervento; volevo chiederle se effettivamente un intervento così invasivo può portare ad avere questi disturbi? E se si scemeranno da soli oppure mia figlia e destinata ad avere questo Problema per sempre? Io la ringrazio e la saluto

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
a distanza e senza conoscee tutto l'iter clinico che avrebbe portato a intervenire sulla cisti, non posso esprimere alcun parere oggetivo,
Inoltre bisogna sapere che tipo di intervento è stato effettuato (immagino una derivazione del liquido cistico) e che sintomi aveva prima dell'intervento eventualmente riconducibili alla cisti.
Se cefalea c'era prima e cefalea c'è ora bisogna con accuratezza capirne il perché.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano