Utente
Buongiorno Dottori, mi chiamo Francesca e ho 34 anni e mi trovo qui a scrivere per avere un altro parere sulla mia situazione.
Parto dicendo che da quasi un anno soffro di dolori alla schiena (vuoi per l'età o per i 20 anni di danza classica e contemporanea) in particolare nella zona lombare.
Mi reco dal medico di base dove prima mi prescrive dei rx e una terapia iniziata con dicloreum, brufen e un miorilassante, a settimane alterne.
Fatto sta che il dolore non passa fino a quando non mi decido di farmi fare la risonanza rachide lombare e questo è l'esito:
Accentuata la lordosi lombare
normale l'ampiezza del canale vertebrale
il disco L4-L5 presenta segni di disidratazione ed ampia protrusione circonferenziale, con segni di fissurazione dell'anulus
In L5-S1 ernia discale mediana prevalentemente verso destra
nei limiti gli altri dischi esaminati
Piccola ernia intraspongiosa nella limitante somatica superiore di D12
normale il collo midollare
io adesso mi ritrovo da mesi con il dolore alla gamba destra che parte dal centro del gluteo fino ad arrivare al piede sia posteriormente alla gamba che lateralmente con seguente intorpidimento e dolore nel camminare, quando sto seduta e se cammino per un po sento una fitta al polpaccio e anche solo sedermi per fare i bisogni sento dolore al gluteo.
Ho rifatto una terapia di dicloreum e non vedendo risposta sono stata sottoposta a 9 punture di bentelan (non hanno fatto un granchè).
Ecco io ora sto facendo rieducazione funzionale dorso lombare con anche delle mobilizzazioni sempre dorsolombari, questa terapia me l'ha data il medico fisiatra.
io chiedo secondo voi sto seguendo la terapia giusta?
perchè sono esausta di avere sti dolori e arrivare al punto di zoppicare da mesi.

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Faccia una visita neurochirurgica ed eventualmente, nella stessa seduta ambulatoriale, lo Specialista potrà farLe un'infiltrazione e verificare la buona rispondenza fra trattamento e residuo disturbi algici. Se il trattamento risulta efficace si procede, di solito, con un ciclo di 3, massimo 4 infiltrazioni. Se anche ciò non risulta utile, allora va presa in esame la possibilità dell'intervento chirurgico.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294