Utente
Gentili Dottori,
tra la fine di agosto e gli inizi di settembre mi è iniziato un dolore nella parte lombo-sacrale (più in zona sacrale che lombare).

Nei giorni 2-3-4 ho assunto Dicloreum 150, uno al giorno, su consiglio telefonico della guardia medica, e complessivamente la situazione è un pò migliorata.
Oggi, tuttavia, dopo un giorno in cui sono stato benino, la situazione è peggiorata e il dolore aumentato.
Faccio fatica a camminare e nella fase forte il dolore mi ha generato un poco di nausea.
Dopo aver mangiato e preso una protezione gastrica a pranzo, ho preso per via orale una fiala di Toradol (10 ml, su consiglio telefonico del medico curante che vorrebbe ne prendessi due al giorno per due giorni) ed ora sono a letto in attesa che faccia effetto.
C'è da dire che fino a ieri il dolore compariva solo da seduto e nel momento in cui da seduto mi alzavo.
In piedi, disteso o camminando non avvertivo nulla, anzi,, , camminabdo provavo addirittura sollievo e un senso di benessere, In altre parole, più ero seduto, più c'era dolore.

Oggi, però, che il dolore è maggiore, sto sempre bene disteso, ma meglio sul lato (dx o sx), un pò meno supino.

E' possibile avere un'idea della causa?
Potrebbe essere stato un colpo di vento (giorni fa sono andato al mare di sera a fare il bagno e faceva un pò freddo)?

Sono un uomo di 45 anni.

Cordialmente
Trevor

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Non avendoLa vista, posso azzardare solo delle ipotesi. Se effettivamente si tratta di un fatto esclusivamente muscolare, il riposo, il tepore...possono fare effetto anche in breve tempo (pochi giorni).
Se invece si tratta di un fatto più "profondo", si impone una rmn L/S per vedere la situazione vertebro/radicolare.
Il Suo Dottore, visitandoLa, dovrebbe poter dire se esistano o meno segni irritativi meningo-radicolari. In questa ultima evenienza, l'esame neuroradiologico è consigliato.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Mi perdoni Dottore: concorda col prendere, come il medico di famiglia ha suggerito, toradol 10 ml a stomaco pieno e con protezione gastrica dopo pranzo e dopo cena per due giorni?
Inoltre: l'efficacia di Toradol assunto oralmente è la stessa, a parità di dosaggio, dell'iniezione?
Infine: pomate miorilassanti riscaldanti hanno un senso?
La ringrazio tanto...

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Faccia pure, in assenza di controindicazioni specifiche, ed aggiunga gastroprotettori.

Per via parenterale i farmaci sono normalmente più efficaci ed hanno meno effetti collaterali sulle mucose (gastriche, ad es.).

Dipende cosa c'è sotto. Un fatto intratecale d'irritazione radicolare, ad esempio, non risente, o molto-molto poco, di una pomata che può agire sullo spasmo muscolare (sia pur dovuto ad irritazione radicolare). Si agirebbe sulla conseguenza e non sulla causa.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio.
Cordialmente

[#5] dopo  
Utente
Dottore, perdoni se torno a disturbarLa, ma forse alcune informazioni potrebbero essere utili...
Da ieri il dolore è diminuito, sebbene permanga e sia ancora invalidante. La differenza è che ora riesco a stare seduto, meglio se con un cuscino che accompagna la zona lombare, mentre a letto riesco a star bene sul lato. Infine ho la sensazione che il dolore, fino a ieri localizzato in zona sacrale, adesso è come se si fosse "spalmato" dalla zona sacrale fino a 10-15 cm in su, dandomi come una sensazione di calore e leggero bruciore.
Cordialmente

[#6]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Continui per un paio di giorni, quindi ci risentiremo.
Buona serata.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dottore, da ieri ho iniziato terapia con una compressa di Deltacortene 25 (una compressa al giorno, oggi ho preso la seconda). Il dottore mi ha detto di andare avanti per 7 gg.
Complessivamente sto meglio, cammino molto meno curvo, riesco ad alzarmi dal letto e a fare qualcosa (ma dopo un paio d'ore devo sedermi o, ancora meglio, stendermi) La natura del dolore è variata:da un dolore localizzato in zona sacrale del tipo "scossa elettrica", sono passato ad un dolore più "sordo" e diffuso, come se mi avessero preso a pugni. Queste spiegazioni potrebbero servire per capire l'origine del mal di schiena?
Infine: un cambio materasso (passaggio da uno più rigido a uno più morbido) potrebbe aver generato il mal di schiena?
La ringrazio sentitamente

[#8]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Di norma unmaterasso duro viene consigliato.
Vediamo come va dopo il ciclo di cortisone; dopo di questo decidiamo se fare la rmn.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294