Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 25 anni, due giorni fa ho iniziato ad avvertire un dolore al coccige (proprio dove finisce e dove inizia il nostro di dietro tanto per essere chiari), il dolore dopo pranzo e dopo un'assunzione di una Brufen da 400 si è calmato ma ahimè stanotte è tornato non facendomi dormire molto.
Riuscivo a dormire solo stando di lato o con la schiena verso l'alto, ora stamattina toccando la parte sento il dolore come se fosse "infiammato".
Sulla sedia riesco a stare seduto solo se sto leggermente piegato in avanti.
La parte non è gonfia.
In questi giorni non ho assolutamente ricevuto alcuna pressione o "botta" ma l'unica cosa che so è che qualche mese fa, addirittura forse l'anno scorso, sono caduto sbattendo i miei glutei sui gradini di una scala e per qualche giorno ho avuto un dolore simile.

Vorrei sapere se può essere riconducibile a quella caduta e come mai mi è tornato solo ora il dolore?
Ed inoltre vorrei, spero, sapere se devo preoccuparmi molto o è semplicemente un'infiammazione, diciamo che in questo periodo andare in ospedale è l'ultima delle mie idee.
Grazie a tutti coloro che mi risponderanno, spero di essere stato chiaro.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADOVA (PD)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Senza necessariamente andare in Ospedale, credo che una x-grafia del coccige possa essere fatta. Osserveremo se si evidenzierà una frattura he possa giustificare la sintomatologia.
Faccia anche una rmn che riguardi anche il tratto lombo-sacrale.
Quindi, se ha piacere, dia pure ulteriori notizie.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta dott.
Vorrei chiederLe un'altra cosa... forse può darsi che sia dovuta ad un infiammazione poiché due settimane fa ho fatto molti esercizi tra cui addominali coricato sul pavimento senza alcun tappetino e quindi a contatto diretto con le.piastrelle del pavimento? Anche perché non è un dolore fortissimo ma sopportabilr, più che altro direi un dolore fastidioso.

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADOVA (PD)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Qualunque sia la causa, è opportuno eseguire le indagini suggerite.
Faccia sapere e buona serata.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
Gentile dott. ho fatto stamattina una visita da un dermatologo di fiducia, mi ha dato un antinfiammatorio ed una pomata da utilizzare per 7 gg inoltre mi ha detto che appena possibile dovrò effettuare una visita da un chirurgo poiché alla fine non è questione di coccige ma bensì di un'infezione che, immagino, sia dovuta ad una fistola. Volevo chiederLe questa visita chirurgica con che metodi viene fatta?

[#5]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADOVA (PD)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Faccia gli esami che Le ho già consigliato; giacchè e lì che eventualmente si può trovare la causa del Suo disturbo. Quella che Le ha riferito il Dermatologo è una evenienza che non mi pare abbia dato segni di sè nel corso della Sua vita (non mi pare che Lei abbia mai parlato di fistole/infezioni con possibile uscita/formazione di materiale purulento o similaria dalla zona coccigea). Per completezza, tuttavia, nella richiesta del Collega di base, per le indagini suggerite, aggiunga "segni di presenza di fistola pilonoidale?"
dia pure ulteriori notizie.
Cordialmente.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dott. Mi farebbe piacere aggiornarLa. Dopo il consulto del medico ho fatto una visita dal chirurgo che mi ha diagnosticato la "nascita" di una piccola fistola. La cosa positiva, come mi ha detto, è che essa sia uscito abbastanza pus in questi giorni in modo da "spurgarsi", mi ha dato antibiotico e pomata per 7 giorni più un disinfettante da passare sulla parte interessata dove si è creata anche una minuscola pallina che fuoriesce. Mi ha consigliato inoltre dei pacchi di acqua calda che aiutano il drenaggio. Per via dell emergenza Covid mi ha detto inoltre che non potrebbe operarmi adesso ma tra un mesetto se la situazione migliora lui mi ha consigliato l operazione di rimozione della fistola che consiste, da come mi ha detto, nell'aprire la parte rimuovere la fistola, drenare la ferita, mettere i punti ed in 15 gg di medicazione, il tutto in anestesia locale. A proposito dell'operazione volevo chiederLe come avviene più nei particolari e se l'anestesia viene effettuata attraversi delle.punture... inoltre volevo sapere cosa fosse questo drenaggio da fare durante l'operazione. La ringrazio per la pazienza

[#7]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADOVA (PD)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le Sue sono tutte domande che dovrebbe rivolgere al Chirurgo che La opererà.
Considerato che emerge una novità, quale fistola, pus..., ribadirei il mio consiglio di eseguire quanto meno la rmn per evidenziare/delimitare "la fistola" e, soprattutto, per verificare che non vi sia continuità col canale vertebrale.
Continui pure a dare notizie.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294