Utente
Buongiorrno, ho 39 anni e nel 2015 sono stata operata in L5-S1 per una stabilizzazione.
Nel 2016, ho subito una discectomia in zona cervicale, C4-C5.

Nel 2016, dopo 6 mesi dall'intervento, faccio una risonanza di controllo che non evidenzia nulla di sospetto, solo i dischi C3-C4 e C5-C6 lievemente disidrati, e in quest, ultima un inizio di protrusione.

Sono stata benone fino ai primi dell'anno.
Da febbraio ho iniziato ad avvertire dolori, sempre più acuti al collo, sono seguiti cefalee (tre giorni a letto ogni volta), vertigini ma la cosa più invalidante per me erano degli episodi (soprattutto notturni) di completa paresi al braccio sinistro.
All'inizio davo la colpa alla posizione magari sbagliata nel dormire, ma purtroppo andando avanti ho capito che non era quello il motivo.
Ad oggi sto malissimo, l'altra notte mi sono addirittura spaventata perchè ero sveglia, sdraiata, e le braccia non le sentivo più entrambi.
Le vedevo ma mi si poteva dare una martellata che tanto non le sentivo.
E ormai è così quasi tutte le notti.
Mi fanno male tutte le mani, al mattino faccio fatica a piegare le dita, continui dolori alle spalle, e ho le braccia molto deboli.

Settimana scorsa ho ritirato la RMN che dice:
Ridotta la fisiologica lordosi
Note di cervico-unco-artrosi (ma questo lo sapevo già)
Allineati i muri posteriori dei corpi vertebrali.

Importante protrusione mediana dei dischi C3-c4 e C5-C6 con ampia impronta sul sacco durale.


In questi anni ho fatto fisioterapia, sono una donna non sedentaria, faccio per quel che posso attività fisica, non fumo.


Cosa ne pensate?
C'è nell'aria un possibile altro intervento?


Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADOVA (PD)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Può darsi che vi sia una concatenazione di patologie (artrosi cervicali, sofferenza radicolari, ispessimento dei ligamenti, degenerazioni articolari, compressioni dei nervi in regione periferica....) che comportino i disturbi che Lei descrive.
Le consiglierei di eseguire un emg agli arti sup. specificando che l'esame è richiesto sia per tunnel carpale, sia sofferenza delle radici nervose cervicali.
Una volta in possesso dell'indagine consigliata, ritorni pure in argomento.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294