Utente
Buongiorno sono una ragazza di 21 anni.
3 anni fa, stressata dallo studio per la maturità e per lo studio della patente, ho cominciato con un tic nervoso all'occhio che mi portava a strizzarlo e a storpiare la bocca (parte sinistra).
Il mio medico di famiglia mi ha detto che era una cosa temporanea che sarebbe passato in breve tempo, ma non è stato così.
Succesivamente mi sono recata da un neurologo che mi ha prescritto una cura con goccie di Rivotril, insieme ad esami diagnostici da fare come tac ed encefalogramma, che sono risultati negativi.
Questo problema è presente nell'arco di tutto il giorno e mi porta ad avere dolori e fastidio anche all'orecchio e alla testa, la notte faccio fatica ad addormentarmi finche il spasmo non sparisce, nonostante assumo 15 goccie di rivotril.
Siccome il problema sussiste vorrei chiederle un suo parere. E' vero che sono chiamati emispasmi? Ho sentito parlare di iniezioni di botulino, me le consiglia? o altrimenti ci sono altre soluzioni? La ringrazio anticipatamente per un'eventuale risposta.
Distinti saluti Valentina.

[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

la diagnosi di emispasmo facciale deve essere fatta dal neurologo. In genere l'emispasmo facciale è un esito di una pregressa paralisi periferica del nervo facciale. Nel caso in cui questo compaia senza una pregressa paralisi del nervo è opportuno eseguire una RM cerebrale con sequenze angiografiche per escludere che non sia presente un vaso che passi sopra il nervo alla sua emergenza dandogli fastidio (conflitto neurovascolare). Il consiglio è di valutare queste possibilità con il Suo neurologo di fiducia. La terapia sarà poi una conseguenza.


Cordialità
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio