Utente
Buongiorno, ho 33 anni e da circa un mese ho strani sintomi. Premetto che circa dodici anni fa mi era successa la stessa cosa, attribuita al mio stato ansioso.
Da circa un mese soffro di bruciori localizzati nella parte sinistra dell'esofago (almeno a me sembra così), eruttazioni, senso di gonfiore, associati a spasmi all'esofago e a tachicardia, soprattutto dopo la colazione. Come se non bastasse sento una specie di nevralgia che sale dal collo alle tempie e questo mi preoccupa molto perchè mi limita nella mia attività.
Sono andato dal mio medico e mi ha dato Pariet e Levopraid ma i sintomi non passano del tutto. Lui ritiene che la nevralgia alle tempie sia data da tensione allo stomaco.
Sono un tipo ansioso e nei mesi scorsi ho accomulato tensione per problemi di lavoro.
Dodici anni fa mi ero sottoposto ad ecocardio ed a gastroscopia ma non erano risultate patologie o disturbi associabili a malattie.
Ho paura di avere qualcosa, e non riesco a capire se i disturbi alla testa siano la causa di quelli all'esofago o viceversa. Se può servire: faccio sport (palestra e golf), a riposo ho 65 battiti/minuto e 120/80 di pressione.
Ho una visita dal gastroenterologo fissata per il 3 settembre. Devo prenotarne una dal neurologo o sono solo ansioso?
In attesa di consiglio su cosa devo fare, porgo cordiali saluti e ringrazio per la gentilezza.
Grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con molta probabilità il Suo è un problema ansioso ma la visita neurologica è consigliabile. Il neurologo Le potrebbe prescrivere anche qualche farmaco per aiutarLa a superare questo periodo di stress.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro