Utente
A seguito di un intervento alla colonna vertebralr x stabilizzazione L4S1 a 2 ms. di distanza ho iniziato ad avere forti dolori agli arti inferiori , sensaziobìne di caloe lungo la parte esterna degli arti , molto dolore alle ginocchia come una forma di stiramento dei nervi, attualmente assumo una pastiglia di Lyrica 75 al mattino , che prima mi dava un pò di sollievo ora niente Chiedo : la polineuropatia come può essere curata ? c'è possibilità di guarire ? ho solo 58 anni ed il fatto di non poter stare in piedi mi spaventa molto. avverto anche un formicolio sotto la pianta dei piedi. Vi pregherei di essere sinceri nella risposta . Grazie

[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gent.ma Signora

credo sia importante nel caso che espone farsi rivedere dal collega che l'ha operata se il disturbo che lamenta è comparso in tretta vicinanza con l'intervento chirurgico. La polineuropatia di cui parla è stata diagnosticata da un neurologo? di che tipo di polineuropatia si tratta? Il farmaco che assume in atto (Lyrica) è un sintomatico per il dolore neuropatico.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2] dopo  
Utente
Grazie x la Sua celere risposta, anche se non esauriente, our capendo che non è possibile dare risposte concrete senza un accertamento su base di esami certi la mia domanda è : è possibile guarire da una polineuropatia di qualunque tipo si tratti? Oppure no? So benessimo che il Lyrica è un antiepilettico ma funziona benissimo anche sul dolore neuropatico Da anni seguo mia madre x un problema più o meno simile, neurologi, ortopedici, neurochirurgi non so più quante medicine ha provato x nulla. ora io sto impazzendo rivirere lo stesso incubo ,quindi chiedo se la medicina attuale ha qualche soluzione. Grazie

[#3]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Utente

alcune neuropatie su base infiammatoria possono regredire dopo adeguata terapia, mentre per altre forme è possibile controllare solo i sintomi che la condizione determina. Bisognerebbe comprendere se il disturbo è legato alla retrolistesi o soffre, invece, di una polineuropatia che, se presente, andrebbe meglio tipizzata. Per questo è utile, se non già eseguito, un approfondimento diagnostico della condizione clinica.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#4] dopo  
Utente
In questo caso qual'è l'esame più appropriato ? i potenziali evocati neurosensoriali possono andar bene . Grazie ancora x la Vs, disponibilità

[#5]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L'esame principale per la diagnosi di polineuropatia è l'esame elettromiografico ed elettroneurografico. I potenziali evocati somatosensoriali possono completare le informazioni ma non sono l'esame principale. Altri esami ematici ed eventualente del liquido cerebrospinale andranno fatti in relazione al caso specifico.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#6] dopo  
Utente
la ringrazio dott. x il suo consiglio , una precisazione l'esame elettroneurografico va fatto con una particolare specifica o basta una richiesta generica?
Grazie