Utente
A seguito di un problema all'orecchio interno ho eseguito una RM al cervello nel cui esito è scritto:"Nella sostanza bianca sottocorticale della circonvoluzione temporale superiore dell'emisfero cerebrale destro in sede anteriore si evidenziano tre areole puntiformi disposte in fila, a margini netti e regolari, iperintense nelle immagini DPw e T2w di tipo aspecifico e di interpretazione univoca, simili a fenomeni di gliosi, da controllare nel tempo."
Potete spiegarmi cosa possono essere queste areole puntiformi e se devo preoccuparmi di prenotare urgentemente una visita dal neurologo oltre che dall'otorino?
Grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla descrizione del referto non dovrebbe essere nulla di preoccupante, in quanto, se di natura gliosica, rappresentano piccole alterazioni vascolari passate. Ovviamente è corretto il consiglio dei controlli nel tempo. Quale problema ha all'orecchio (solo uno?)? Un controllo neurologico è pure utile ma senza apprensione ed urgenza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dott. Ferraloro per la sollecita risposta; il problema all'orecchio destro (solo quello) è il cosiddetto "tappo" cioè un abbassamento della capacità uditiva abbinato ad un acufene persistente. Tale problema si verifica da alcuni mesi ma in forma saltuaria. L'otorino a cui mi ero rivolto mi ha diagnosticato un non meglio identificato problema all'orecchio interno e mi ha richiesto la RM al cervello e un esame VEMPs che devo ancora eseguire.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, faccia visionare la RM ad entrambi gli specialisti (otorino e neurologo) e, se vuole, può farmi sapere cosa Le diranno.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro