Utente
Tre anni fa ho cominciato ad accusare mal di schiena che ho curato con iniezioni di farmaci antiinfiammatori e trattamenti fisiotarapici vari(tens,ultrasuoni,elettroterapia).
Nel secondo semestre del 2006 ho incominciato a sentire forti dolori alla parte anteriore della coscia sinistra.Nel mese di dicembre dell'anno scorso ho fatto una TAC alla colonna L/S con i seguenti esiti:
Stato generale: note degenerative strutturali diffuse con artrosi interapofisaria esuberante
L3/4: anterolistesi di L3 con grave restringimemnto del canale; degenerazione gassosa del disco; sofferenza concentrica del tubo durale;grossolano debordo del disco, prevaleente in sede foramino/extraforaminale SIN
L4/5: debordo a largo raggio del disco in conflitto centro laterale SIN con il profilo durale, canale nei limiti d.n.;recessi laterali ridotti su base degenerativa
L5/S1: sconfinamento posteriore a largo raggio del profilo discale; canale nei limiti d.n.; osteofitosi marginale con recessi laterali stretti.
Visto che i miei valori di osteoporosi sono buoni (T-score inferiore a -2,5)lo specialista neurochirurgo da me consultato mi ha consigliato di farmi operare il più presto possibile in quanto sarei esposta ad un alto rischio gligliottina.
Confesso di aver passato giorni(e notti) difficili, ma alla fine (gennaio di quest'anno)ho deciso di rinunciare all'intervento chirurgico e di sottopormi nuovamente ad un trattamento fisioterapico (13 sedute)che mi ha consentito di stare bene ,per nove mesi, fino ad un mese fa quando si sono ripresentati gli stessi dolori alla coscia sinistra.
Oggi dopo 10 iniezioni di Diclofenac+Muscoril il dolore è passato.
Che cosa pensate e soprattutto cosa mi suggerite di fare?
Grazie.

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la Sua è verosimilmente una situazione di canale lombare stretto che può essere responsabile dei disturbi riferiti.
Finora Lei ha attuato una terapia conservativa per i sui dolori che pare Le abbia dato beneficio, ma che ora essi sembrano riacutizzarsi.
Non posso esprimere un giudizio sulla necessità dell'intervento senza visitarLa e senza vedere direttamente le immagini.
Se crede può inviarmi per posta le radiografie (che poi ovviamente Le restituirò) e telefonarmi per avere più notizie sulla Sua sintomatologia e le terapie finora attuate.

Cordiali saluti

Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in
Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
giovannimigliaccio@medicitalia.it
https://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio/
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Egr.dott. Migliaccio,
per il momento la ringrazio molto.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Non c'è di che!
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano