Utente
Gent.mo Dott. Ferraloro, come vede dopo tanto attendere siamo riusciti a far effettuare a mia moglie la angio RM del distretto vascolare intracranico con mezzo di contrasto. Le preciso che l'esame è stato effettuato presso l'Ospedale "Cristo Re". Spero Lei abbia modo di recuperare i precedenti post; nel caso contrario Le ricostruirò la vicenda.
Le riporto, di seguito, l'esito della RM:
"L'esame è stato eseguito utilizzando sequenza fast spin-echo e FLAIR pesate
in t1, densità protonica e T2 con scansioni assiali, sagittali e coronali dello spessore di mm.5, anche dopo somministrazione del mezzo di contrasto (gadolinio); sono state eseguite sequenze angio TOFF 3D con ricostruzioni MIP per lo studio del circolo arterioso intracranico.
Assenza di lesioni a focolaio nel parenchima cerebrale.
Alcune areole gliotiche si osservano nella sostanza bianca sottocorticale in sede frontoparietale, bilateralmente: non si riconoscono lesioni con potenziamento dopo somministrazione del gadolinio, in mancanza di possibilità di confronto con esami precedenti appare opportuno videat neurologico e controllo nel tempo (patologia demielinizzante).
Cavità ventricolari sovra e sottotentoriali di normale morfologia ed ampiezza.
Spazi liquorali peri-cefalici della base della convessità normalmente rappresentati.
Strutture della linea mediana in asse.
Regolare spessore del corpo calloso.
Normale visualizzaziono,e del circo vertebro basilare e dei sifoni carotidei; regolare morfologia del poligono.
Nel ringraziarla per la sua attenzione Le auguro prossime Buone Vacanze.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento.
Dalla RM encefalica, stando al referto, si riscontrano soltanto delle aree gliotiche che sono come piccole cicatrici che non hanno significato clinico, pertanto l'esame può ritenersi normale.
Faccia visionare le immagini al neurologo prescrittore (anche per un controllo clinico).
La sintomatologia di Sua moglie persiste ancora?

Buone vacanze anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Nel ringraziarla per la risposta, preciso che ho dimenticato di inserire un punto interrogativo nella descrizione dell'esito della RM, più precisamente la frase era "in mancanza di possibilità di confronto con esami precedenti appare opportuno videat neurologico e controllo nel tempo (patologia demielinizzante?)".
Specificato questo, le confermo che il disturbo è ancora presente, anche se in forma più lieve e senza aver manifestato altri visibili segni sulla cute.
Mi permetto di chiederle se potesse meglio specificare cosa intende per piccole cicatrici, ovvero, causate da cosa, urti, piccole emorragie, trombi o che altro?
La saluto cordialmente e di nuovo ringrazio per la sua pazienza e sensibile professionalità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le gliosi sono dei processi riparativi che il cervello produce in seguito ad eventi di vario tipo, come quelli da Lei menzionati, ma più frequentemente minute ischemie passate spesso inosservate.
Mi pare di capire che Sua moglie ancora non ha una diagnosi, conferma?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Le confermo che non ci è stata riferita alcuna diagnosi, e che il neurologo prescrittore in questi giorni è fuori Roma; l'aggiornerò appena ci saranno novità.
La ringrazio per la spiegazione circa le gliosi, e saluto cordialmente.