Sindrome soggettiva postraumatica

Gentili dottori,
quasi un anno fa ho sbattutto violentemente le testa ad uno spigolo nella zona pre frontale destra, dopo una visita neurologica a cui mi sono sottoposto di recente, con tac, sono stati esclusi danni neurologici. Io lamentavo difficoltà di conventrazione, apatia e stanchezza mentale. Mi è stata diagnosicata una sindrome soggettiva da cranio leso e mi è stato prescrtto sereupin, 1/2 compressa e frontal 1/2 compressa al mattino per due mesi. Sono ormai passate due stettimane senza alcun miglioramento, dovrei valutare di amuentare il sepreupin ad una cpr al giorno? La cura vi sembra corretta? Grazie per l'attenzione.
[#1]
Dr. Massimo Muciaccia Neurologo 826 19
Gentile utente,

Un trauma cranico può causare la cosiddetta “sindrome soggettiva da trauma cranico”, caratterizzata da sintomi quali cefalea, vertigini, disturbi del sonno, ansia, lievi disturbi di memoria, stanchezza mentale, ecc.
Questi sintomi in genere si riducono gradualmente nel tempo, sino alla risoluzione completa in 6 – 12 mesi. Alcuni soggetti possono accusare tali disturbi per un tempo maggiore. I farmaci appartenenti alla classe degli SSRI come il Sereupin potrebbero risultare utili. Il dosaggio generalmente efficace per il Sereupin è di una cpr al dì. Comunque consiglierei, per correttezza, di richiedere prima un parere al suo neurologo.

Cordiali saluti.

DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
Specialista in Neurologia
Dirigente Medico ASL BARI

www.medicitalia.it/massimo.muciaccia
massimo.muciaccia@medicitalia.it

DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa