Utente
Buongiorno gentili dottori, vi scrivo perchè sono molto preoccupata. Ho 26 anni e un anno e mezzo fa ha cominciato a succedermi una cosa strana: a volte la notte mi sveglio e mi accorgo che vedo annebbiato solo da un occhio, sempre il sinistro. La cosa dura pochi secondi, poi gradualmente tutto torna come prima. ho avuto qualche caso così, poi per mesi niente ma ultimamente mi sta capitando di nuovo. Quello che mi stupisce è che di giorno non mi è mai capitato... pensate possa essere un cosa dovuta alla posizione sbagliata notturna che magari comprime qualche nervo o devo preoccuparmi pensando a un esordio di sclerosi? ieri ho fatto una tac in seguito al lieve addormentamento/intorpidimento della mano sinistra che mi aveva molto preoccupato: negativa, però so che non significa molto... grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ha fatto una visita oculistica? E una neurologica?
Se non l'avesse ancora fatto Le consiglio di effettuare prima quella oculistica per vedere cosa Le dirà lo specialista e, successivamente, in base ai riscontri della visita, se ritenuta opportuna dall'oculista, quella neurologica. La TC negativa è importante ma l'esame di prima scelta in questi casi è la RM encefalica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
dunque, visita neurologica negativa! so che l'esame per dirimere questi dubbi è la risonanza magnetica, ma ho troppa paura del risultato per farla... tra l'altro stamattina mi sono svegliata con formicolio alla pianta del piede sempre sinistro, e questa cosa mi ha convinta di una diagnosi di sclerosi già ovvia! la ringrazio

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nessuni diagnosi ovvia! Il formicolio (parestesia) è un sintomo aspecifico che nella maggioranza dei casi ha un'origine benigna, quindi l'equazione "parestesia=SM" è totalmente sbagliata. Faccia anche la visita oculistica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Lo farò. Come credo avrà intuito!, tendo ad essere ipocondriaca e questi sintomi mi hanno parecchio destabilizzato, proprio adesso che avevo appena deciso di ricercare una gravidanza dopo un aborto qualche mese fa... cercherò di non fare autodiagnosi e mi affiderò a chi di dovere. Ancora grazie e buon lavoro a lei

[#5] dopo  
Utente
Dottore la disturbo di nuovo per esprimerle un ultimo dubbio: c'è la possibilità che i miei problemi (oscuramento parziale di vista e intorpidimento/formicolio alle dita della mano sinistra) siano riconducibili ad una compressione del nervo vago, dovuta magari alle mie errate posizioni notturne e diurne? in questo caso la visita neurologica lo evidenzierebbe o sarebbero necessari esami più specifici, al di là della RM? Grazie

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il nervo vago non è coinvolto in questo tipo di sintomatologia.
Si rassereni, si faccia vedere dall'oculista, effettui, se prescritta, la RM e può programmare tranquillamente un'altra gravidanza.
Se i sintomi fossero di tipo psicosomatico, l'aborto potrebbe essere stato l'input iniziale (è chiaro che questa è solo un'ipotesi).

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
sì scusi ho scritto nervo vago ma intendevo poi cervicale! comunque anch'io avevo pensato anche a fattori psicosomatici, in ogni caso farò con tranquillità gli esami che mi sono stati prescritti, tra cui EcoCardio per escludere pervietà forame (che non ho la più pallida idea di cosa sia!), nonchè la visita oculistica che mi ha consigliato, ma cercherò di rasserenarmi... La ringrazio ancora delle parole e non la assillerò più!

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non mi assilla, stia tranquilla.
Se vuole può tenermi aggiornato sulle successive "mosse".

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Buonasera gentile dottore, le scrivo in seguito all'effettuazione della visita oculistica: mi ha fatto un esame del visus credo (un "giochino elttronico" in cui dovevo spingere un pulsante quando vedevo comparire dei puntini): nella norma per entrambi gli occhi, anche se in quello sinistro leggermente meno, ma comunque mi ha detto che se avessi una sindrome tipo sclerosi i valori sarebbero stati più alterati. Poi però mi ha "guardato" il nervo ottico dopo avermi messo le solite goccine, e ha riscontrato, sempre nell'occhio sinistro, due nevi (da tenere sotto controllo) e un foro retinico che mi vuole operare domani. Ora, al di là dell'ansia!, pensa che i nevi o il foro potrebbero essere la causa dei miei momentanei oscuramenti della vista proprio all'occhio sinistro?? la ringrazio molto

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per avere una risposta precisa Le consiglio di postare la domanda nella sezione "Oculistica" di questo stesso sito. Infatti il quesito non è di mia competenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno gentile dottore, come promesso mi faccio risentire per aggiornarla sulla situazione, approfittando della sua disponibiltà. Per quanto riguarda l'amaurosi notturna all'occhio sinistro, l'oculista mi ha spiegato che probabilmente la posizione sdraiata favoriva il convogliare di un po' di liquido attraverso il foro retinico, che ora fortunatamente è stato cauterizzato e in effetti il disturbo per ora sembra passato. Sono poi andata da una bravissima neurologa di Bologna, preoccupata dei continui addormentamenti e formicolii agli arti, per non parlare di fascicolazioni e sensazioni di spilloni sotto la pianta dei piedi (oltre a sensazione di dolore quando prendo qualcosa di freddo in due dita della mano sinistra): mi ha fatto una visita accurata e ha diagnosticato lieve tunnel carpale che spiega addormentamento ad alcune dita mano sinistra e alterazione sensibilità; mentre ha spiegato l'addormentamento alla gamba sinistra e formicolio/spilloni ai piedi per modo di camminare sbagliato: ho i piedi diversi l'uno dall'altro, quello sinistro più lungo e molto più piatto, quindi le continue posture sbagliate e la mia totale sedentarietà non giovano al mio corpo, dice che sto tutta storta! quindi mi ha detto di non leggere più tutta gobba sul letto e di fare piscina, nonchè di mettermi i plantari... però dice che i riflessi sono buoni, anzi ottimi e anche il campo visivo risulta perfetto, quindi di stare tranquilla, anche perchè sono sintomi che vanno e vengono e si spostano nel giro di troppe poche ore per pensare a qualcosa che riguardi il sistema nervoso centrale... comunque negli ultimi giorni sto molto meglio, forse anche perchè mi sono un po' tranquillizzata! grazie per l'attenzione e mi scuso per la prolissità!

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento.
Mi fa particolarmente piacere apprendere che la situazione sia notevolmente miglorata e le Sue preoccupazioni regredite anche per le rassicurazioni ricevute.
Stia serena e viva tranquillamente la Sua giovanissima età.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro