Utente
Salve, vorrei esporre il mio problema che persiste da diverso tempo, precisamente dal 24 dicembre 2011. Tutto è iniziato con un forte tremore della mano sinistra mentre facevo delle pulizie in garage, e lentamente è peggiorato nel giro di tre settimane portandomi dei lievi giramenti di testa che però persistono tutto il giorno soprattutto in piedi. descivo brevemente i miei sintomi, sperando che qualcuno riesca almeno a darmi delle linee guida da seguire. Come già anticipato dal 24 dicembre soffro di alcuni discturbi alla mano sinistra, molto leggeri, in poche parole trema non grossolanamente, ma ho delle leggere vibrazioni soprattutto a braccio teso, che però molto stranamente sono molto evidenti al mattino e tendono a scomparirre verso sera, infatti alla sera sono quasi assenti. Dopo circa tre settimane sono comparsi i primi giramenti di testa, all'inizio erano altalenanti e poi pian piano sono stati sempre piu continui, fino ad averli periodicamente tutto il giorno, soprattutto se sto in piedi, da seduto, tendono quasi a sparire. Premetto che sono dei giramenti di lieve entità che non causano perdita di equilibrio, ma sono molto fastidiosi. Ho eseguito due consulti neurologici, il primo ha evidenziato dei tremori alla mano sinistra definiti essenziali che tendevano a scomparire quando la mano destra era impegnata, mentre il secondo a parte i tremori non ha evidenziato nulla ma mi ha prescritto un rm cerebrale e un angio rm, tutte e due negative, e anche un esame della tiroide, negativo anche quest'ultimo. Ho eseguito un consulto dall'ototino, che non ha evidenziato nessun problema all'udito, ho fatto anche un esame che consiste nel iniettare acqua nell'orecchio, senza risultati anomali. Unica cosa che non so se abbia valenza al fine di un consulto più corretto è che nel mese di luglio 2011 sono stato tamponato in auto e sono iniziato diversi mal di schiena nella parte inferiore con dolori al collo abbastanza evidenti durante la giornata. Vi chiedo cortesemente se è possibile avere un iter o altri esami da seguire perchè questo problema anche se non è invalidante mi provoca diversi distrurbi che molto spesso non mi permettono una corretta concentrazione in ambito lavorativo. Vi ringrazio per la cortesia

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le vertigini che riferisce erano presenti anche prima dell'incidente automobilistico? Talora ha anche cefalea?
Ha fatto delle indagini sulla colonna cervicale? Un ecodoppler dei tronchi sovraortici (TSA)?
Dal momento che ha due visite neurologiche negative, una RM encefalica con sequenze angio negativa, visita otorino negativa, potrebbe, come Le dicevo prima, effettuare questi due esami, se il Suo medico curante è d'accordo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, mi spiace se non le ho scritto prima ma ho avuto diversi impegni. Come le dicevo prima non avevo assolutamente problemi in questo senso ma sono comparsi alcuni mesi dopo l incidente , non subito. I mal di testa sono molto frequenti , alcune volte leggeri mentre raramente molto pesanti e mi provocano anche un po' di sonnolenza. X quanto riguarda la schiena ho un leggero indurimento in corrispondenza della zona lombare che si sente se si preme e e' anche il punto che mi fa male se sto in piedi per diverso tempo. Le chiedo anche cosa potrebbe indicare l esame che mi ha suggerito, e in ogni caso se la situazione potrebbe migliorare in qualche modo. La ringrazio per la cortesia

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ecodoppler dei vasi sovraortici ci da delle indicazioni sui vasi che portano il sangue al cervello, se sono pervi (aperti), se ci sono placche, se ci sono restringimenti tali da procurare dei problemi di ossigenazione cerebrale.
Comunque questi sintomi sono frequenti dopo un trauma cervicale, la loro durata è variabile e non è possibile prevedere i tempi di risoluzione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro