Utente
salve da tre giorni assumo fevari per curare dei problemi..leggeri...di doc.
ora a questo si aggiunge uno stato ansioso legato al sesso..ho avuto una defaillance e da allora solo con la mia partner mi viene l'ansia e non riesco a essere tranquillo..e per la paura evito anche pensieri erotici o eccitanti legati a lei..un pò come se mi sfuggissero o li spingessi via io per paura che al pensiero non corrisponda la reazione del pene...volevo chiedere...il fevarin..mi aiuterà in qualche modo a liberare la mente da questi pensieri ansiosi...?
grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi pare che la strategia che sta adottando non sia la strada giusta da seguire, anzi potrebbe peggiorare il disturbo.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo esperto in problemi della sfera sessuale.
Ovviamente il fevarin potrebbe aiutarla ma occorre avere pazienza in quanto il tempo di latenza prima di manifestare la sua efficacia è di diverse settimane.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
sono in psicoterapia...sono in attesa di capire come meglio gestire la cosa...spero solo che il fevarin appunto possa avere effetti sul pensiero fisso del non farcela a...e a rilassarmi un pò

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno, affinchè possa avere diciamo risultati ottimali per la cura del doc per quanto occorrerebbe assumere il fevarin? io lo assumo da giugno, mi è stato detto almeno per uno due anni...volevo capirci qualcosa in più...grazie

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ogni paziente reagisce allo stesso farmaco in maniera molto individuale, per cui non ci sono tempi di assunzione uguali per tutti ma dipendono da tante variabili che solo lo specialista che La segue può cogliere.
In casi di DOC i tempi sono senz'altro lunghi, quelli che Lei riporta, indicativamente, vanno bene, forse si avvicina maggiormente il secondo valore, quello dei due anni ma, Le ripeto, esiste una grande variabilità da un soggetto all'altro.
La cosa importante è che il farmaco sia efficace, poi non si preoccupi dei lunghi tempi di assunzione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro