Utente
Dott.ri buongiorno di seguito riporto i sintomi che ormai mi accompagnano da più di un anno, naturalmente ho già eseguito visite da specialisti quali neurologo otorino ortopedico oculista e fatto esami vari senza una diagnosi.
Anche solo un'idea da seguire non sarebbe male.
Fastidio alla vista sopratutto nella lettura da vicino un senso di pressione laterale ad entrambe gli occhi come se si restringesse il campo visivo, difficoltà a concentrarsi nella lettura e a seguire gli oggetti in velocità; di notte passa e ricompare al risveglio. Mal di testa localizzato alle tempie al tatto sembra di natura muscolare. Dolore alla pressione sotto il sopracciglio nei pressi del naso. Orecchie tappate e doloranti accentuate durante la giornata da una rigidità del collo. Collo normalmente rigido. Mal di schiena costante lungo tutta la giornata anche di notte tra le scapole nei pressi della colonna vertebrale, sembra di natura muscolare. Anormale resistenza alla fatica dopo sforzi banali i muscoli bruciano e sembrano perdere di forza.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

cosa ha ipotizzato il neurologo? Ha problemi mandibolari o durante la masticazione? Gli altri specialisti consultati cosa Le hanno detto? Quali farmaci ha assunto?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
neurologo: risonanza encefalo + visita non ha riscontrato nulla di anomalo
otorino: tac massiccio facciale + visita . cisti seno mascellare sinistro sospetta sinusite operato 4 mesi. ad oggi nessun miglioramento.
ortopedico: risonanza colonna vertebrale + visita . leggere protusioni discali nel tratto toracico (a memoria mi sembra d3 d4) fisioterapia massoterapia osteopata pilates. ad oggi nessun miglioramento.
oculista : esame del campo visivo 30 e 120punti, fondo oculare, pachimetria, visita ortottica ed è risultato solo un leggero deficit di convergenza . esercizi ortottici ma nessun miglioramento .
per i farmaci direi una vasta gamma di antidolorifici e antiffiatori , cortisone , ma nulla ha sortito effetti rilevanti.
per quanto riguarda la mandibola non ho problemi neanche di masticazione, solo un po di rigidità ai muscoli ho contattato uno gnatologo da cui devo però ancora andare a fare una visita. se mi da questa indicazione allora potrebbe essere la strada giusta.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente è una strada da seguire, può andarci tranquillamente e mi faccia sapere.
Un'eventuale componente psicosomatica la teniamo per ora di riserva!

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio per la sua risposta di conforto.
in realtà avevo anche affrontato con il neurologo che mi ha visitato un discorso su un eventuale problema da trattare con uno psichiatra ma non avevo dato seguito alla cosa perché convinto che fosse un problema funzionale di qualcosa diciamo di origine muscolare.
un altra cosa che ho dimenticato di dirle è che due anni fa ho avuto una neurite vestibolare e da allora diciamo che le cose sono andate sempre peggio.
secondo lei potrebbe avere delle ripercussioni sul sistema nervoso?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto on line escluderei che una pregressa neurite vestibolare possa causare la Sua attuale sintomatologia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro