Utente
Vengo al mio problema, che ha messo un po' a soqquadro la mia vita...
Ho 29 anni e da circa un anno e mezzo convivo con una situazione che nè io nè i medici che ho consultato riescono a risolvere.
A luglio del 2006 ho avvertito - MAI ACCADUTO PRIMA - una sorta di indolenzimento della zona perianale e ho iniziato a provare un certo fastidio a stare seduto.
In quel periodo ho usato molto frequentemente la mountain bike, con sellino molto rigido e su strade spesso dissestate.
A questo indolenzimento, purtroppo, si accompagnano problemi di disfunzione erettile, che mi porto dietro da allora. Premetto che non ho mai avuto prima problemi legati alla sfera sessuale, nè traumi a livello psicologico. Ero sereno e tutto stava procedendo normalmente.
Nel giro di un mese circa, mi sono quindi ritrovato ad avere problemi di erezione e scomparsa (o nel migliore dei casi) drastico indebolimento delle erezioni notturne/mattutine.
La sensazione è quella di un profondo imtorpidimento, come se non ci fosse connessione tra desiderio (che è normalmente vivo) e reazione fisica.
Ogni tanto avverto anche qualche bruciore a urinare e qualche indolenzimento durante le poche e non complete erezioni.
Ho notato inoltre che è da un po' di tempo che le feci sono sempre molli e faccio fatica a contenere i gas.
Ho consultato due andrologi e mi sono sottoposto ad una serie di esami, che sono risultati regolari (ecocolordoppler penieno dinamico, esami del sangue, esami ormonali e biotesiometria peniena).
e che hanno lasciato i due medici in questione senza reali risposte al problema.
Anche la scoperta di un'ernia posteriore L5 S1 mi dicono non possa essere la causa del problema.

Vi chiedo gentilmente aiuto, in quale direzione andare per cercare di arrivare a capire cosa mi stia succedendo.
Grazie.

[#1]  
Dr. Mariano Indelicato

24% attività
0% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
PALERMO (PA)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
se ha fatto tutti gli esami di carattere organico e andrologico relativi al suo problema, non crede che dovrebbe consultare anche uno psicosessuologo?
Indelicato Dott. Mariano
idm@dottindelicato.it
www.dottindelicato.it
www.psicoterapiacoppia.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
Non credo di essere stato sottoposto a tutti gli esami possibili per scongiurare la natura organica del problema.
Inoltre vorrei ribadire che sono sparite le erezioni notturne e mattutine e questo porta i medici a pensare a una causa organica piuttosto che psicogena.
Inizialmente io stesso avevo pensato che potesse trattarsi di qualcosa legato alla sfera emotiva, ma un anno e mezzo di terapia con uno psichiatra non ha portato assolutamente a niente.