Utente
Salve, sono una ragazza di 20 anni, ho sofferto di attacchi di panico e sono guarita ma mi è rimasta una forte ipocondria. Al momento temo di avere la sclerosi multipla, ho controllato su internet e ho moltissimi sintomi.
Inizio dal primo, di tipo oculistico. Un anno e mezzo fa circa, ho iniziato a vedere una macchia sul campo visivo dell'occhio sinistro, che nel giro di qualche giorno si è moltiplicata, finché praticamente non vedevo più. L'oculista mi ha fatto visita del fondo dell'occhio, ecografia, fluoroangiografia e altre analisi che adesso non ricordo: è venuto fuori che ho un neo benigno all'interno dell'occhio, che secondo lui e secondo le analisi aveva causato la secchezza del corpo vitreo, la quale a sua volta aveva dato origine a queste macchie. Insieme a questo problema, ogni tanto ho un mal di testa che parte proprio dall'occhio e passa dietro l'orecchio sul lato sinistro. Comunque sia, l'oculista mi ha prescritto delle gocce e una cura di integratori e pasticche al cortisone e le macchie sono sparite per diversi mesi. Qualche volta mi sono tornate, ma in forma molto più blanda e meno fastidiosa, e lui mi ha dato diversi colliri che me le hanno fatte passare.
L'altro sintomo è di tipo urinario. Lo scorso agosto ho avuto dei disturbi alla vescica che non mi erano mai capitati: in pratica, dovevo urinare ogni ora o anche meno, e l'urina era sempre chiara e abbondante, dolori assenti. Il ginecologo, senza visitarmi poiché ero all'estero, mi ha dato delle pasticche contro la cistite che hanno un po' migliorato la situazione. Per scrupolo ho controllato il diabete, che era nella norma. Il medico di base da la colpa allo stress; qualche volta mi capita tutt'ora di avere questo problema per una giornata, poi tutto torna normale.
Infine, sempre lo scorso luglio, in seguito a 3 settimane di intensa attività fisica (a cui non ero abituata) ho iniziato ad avere dolori a braccia e gambe, soprattutto sul lato destro, che nel giro di pochi giorni hanno avuto un picco in cui quasi non riuscivo a muovere le braccia, per poi sparire nel nulla.
Inoltre, qualche giorno fa, mi sono svegliata con la gamba destra completamente priva di sensibilità, e quando ho cercato di alzarmi sono caduta a terra. Ho aspettato un paio di minuti, ed era passato, ho potuto camminare normalmente.
A volte ho dei formicolii se tengo le gambe accavallate, oppure mi vengono di notte se tengo il braccio sotto il cuscino (come mia abitudine purtroppo).
Ho letto i sintomi della SM e mi sembra che i miei combacino perfettamente, è così?. Non dormo più la notte e piango tutto il giorno dalla paura, a chi devo rivolgermi? Dovrei andare direttamente da un neurologo o passare prima per il medico di famiglia?
Ringrazio per le risposte.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

<<Ho letto i sintomi della SM e mi sembra che i miei combacino perfettamente, è così?>> non mi pare.

1) <<A volte ho dei formicolii se tengo le gambe accavallate, oppure mi vengono di notte se tengo il braccio sotto il cuscino (come mia abitudine purtroppo)>> questi sono formicolii da compressione dei nervi dovuta a posizioni del corpo e non hanno nulla a che vedere con la SM.

2) <<qualche giorno fa, mi sono svegliata con la gamba destra completamente priva di sensibilità, e quando ho cercato di alzarmi sono caduta a terra. Ho aspettato un paio di minuti, ed era passato, ho potuto camminare normalmente>> come al punto 1.

3) Il problema urinario sembrerebbe di tipo ansioso.

4) Il disturbo visivo è stato diagnosticato dall'oculista in maniera diversa.

Pertanto la Sua paura mi sembra ingiustificata, comunque è corretto effettuare una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro