Utente
Buon pomeriggio.sono una ragazza di 27 anni,avrei un quesito da prooporvi.Per poco più di due anni ho preso il citalopram,l'ho eliminato gradualmente nell'ultimo mese perchè forse era a causa di quel medicinale che cominciavo ad avere altri tipi di problemi.Da 15 giorni circa ho però frequenti mal di testa.I dolori sono fortissimi e spesso associati ad una tenzione muscolare, soprattutto del viso, e palpitazioni.A volte ho giramenti di testa,anche stando seduta.La cosa comincia a darmi problemi.Premetto che prima non soffrivo mai di mal di testa.Ora non so se può essere associato questo mio problema al fatto che ho smesso questo medicinale.Per avere un quadro più chiaro della situazione,prendevo il citalopram perchè due anni fa ho avuto dei problemi di salute che mi avevano portato a rinchiudermi un pò,non uscivo quasi più ed avevo abbandonato gli studi.Ora comunque va meglio,parecchie cose le ho superate,altre le affronto senza alcun problema.Potreste dirmi se il mio disturbo è associato alla non assunzione di questo medicinale?se così non fosse,quale potrebbe essere il problema e quindi a che tipo di specialista dovrei rivolgermi??

[#1] dopo  
Utente
mi sono dimenticata di inserire una cosa......ho sempre fame,ma proprio come se avessi lo stomaco vuoto e non mangiassi da ore...anche questo non so se si possa ricollegare alla sospenzione del medicinale.grazie

[#2]  
Dr. Fulvio Voria

20% attività
0% attualità
8% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
dalla Sua lettera non risulta chiaro se la sospensione del citalopram sia avvenuta gradualmente e se è stata fatta sotto controllo medico.
Comunque, mi sono permesso di leggere anche le altre due richieste di consulti e credo che Le potrebbe essere utile un colloquio con uno psicoterapeuta, per un eventuale percorso psicoterapico, per capire se potrebbe esserci una correlazione tra gli eventi di vita da Lei raccontati e la sintomatologia che lamenta anche quella di tipo di competenza dermatologica.
Cordiali saluti
Dr. Fulvio Voria
Dr. Fulvio Voria

[#3] dopo  
Utente
Gentile dottore grazie per la risposta ed anche per aver letto i precedenti consulti.La sospensione del medicinale è infatti correlata ai mie problemi dermatolgici.Ho fatto un ultima visita dal dermatologo e per quanto riguarda la mia "dermatite seborroica" ha detto che me la devo tenere.Il problema era un pò strano anche perche da un anno,come ha letto soffrivo di secchezza intima.Alla fine ne ho parlato con un medico che mi ha in cura da circa 3 anni.Conosce i miei trascorsi clinici ed è lui che mi ha prescritto il citalopram.Parlando con lui in visita mi ha detto che potrebbe essere dovuto all'assunzione di questo medicinale il problema relativo alla secchezza intima (quando sono andata a visita gli ho portato anche alcuni esami clinici richiesti,tutti negativi).Comunque si,assolutamente ho sospeso il medicinale gradualente,diciamo in un mese,come prescritto dal mio medico.Comunque ieri sono riuscita a contattarlo e gli ho esposto i miei problemi,mi ha detto che è normale e che entro 20 giorni dovrei star bene,e come me spera che non debba cominciare dinuovo la cura.Non prendo nulla per questi mal di testa che sono insopportabili e purtroppo ora sono sotto esami e quindi sono ancora più stressata.Ho avuto anche qualche crisi di pianto,episodi sporadici senza nessun apparente motivo,ma che ancora riesco a tenere sotto controllo.io spero tutto si sistemi a breve anche perchè la mia assunzione del citalopram era dovuta al fatto che avevo avuto problemi di salute e mi serviva solo a darmi una spinta in più diciamo.Ora,dopo 2 anni non sento il bisogno di andare aanti con questa cura,certo,è strano che comunque per risolvere una cosa alla fine sono usciti fuori altri problemi.La ringrazi dinuovo per la sua risposta e la prego di dirmi altro se in questa mia,trovasse altri elementi sul quale sofermarsi.Cordiali saluti