Utente 281XXX
Sono affetto da depressione. Recentemente 2 medici mi hanno prescritto paroxetina e cymbalta, ma ho deciso di non prenderli, per paura di ingrassare visto che già avevo preso paroxetina nel 2006 con buoni risultati ma ingrassando.
Nel 2010 dopo delusione sentimentali ho deciso di prendere omega3 e vitamine del complesso del gruppo B, per lottare la depressione. La cosa ha migliorato la situazione. Ho deciso poi di allenare la mia mente. Ho iniziato a prestare attenzione alle mie rigidità muscolari sciogliendole. Ho prestato attenzione ai pensieri negativi impedendogli di prendere possesso di me. Ho evitato di perdermi in fantasie, pensieri sul futuro o sul passato. Al sorgere di un'emozione negativa l'ascoltavo.. la "osservavo". Con il tempo le mie emozioni in generale si sono affievolite, come se prima fossero un fuoco ed ora una candela. Non capisco se io ne abbia il controllo o se a causa della depressione abbiano teso a svanire. Durante un episodio di rabbia al momento sono lucido, fermo, non mi sento trascinare dal fuoco dell'emozione. Attualmente, sono molto sensibile al freddo. Mi sembra che questa cosa sia avvenuta a seguito di un'infezione intestinale curata con Normix, ed avuta circa un mese fa. Non so se le cose siano collegate, anche perchè le temperature hanno iniziato a calare in quel periodo. La sensibilità al freddo mi ha fatto temere per l'ipotiroidismo, il mio TSH da esami é di: 1.91. Non sento il peso tipico della depressione, ma mi sento psicologicamente stanco, privo di forza di volontà. Ho perso passione per il mio hobby di un tempo.. e questo mi manca molto, mi manca quella passione, quel fuoco. La notte ho un sonno leggero con qualche risveglio. La mia alimentazione é di circa 1600 Kcal, per uno stile di vita sedentario, con alimenti non raffinati e molte proteine. Temo che qualche ghiandola abbia alterato il suo funzionamento, pensavo alle surrenali, o a qualche ghiandola preposta al rilascio di sostanze chimiche legate alle emozioni. Concludo dicendo che sono in terapia da una psicologa e che onestamente sono stufo di analizzarmi cercando risopste, vorreì solo star bene e possibilmente non alterare il mio equilibrio chimico con sostanze chimiche che possono danneggiare il mio metabolismo. Grazie per qualsiasi risposta, anche solo ll poter sapere a quale genere di specialista posso rivolgermi, sarebbe di grande aiuto.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Caro paziente,
non tutti gli anti-depressivi determinano aumento di peso: rappresenti la questione al suo neuropsichiatra.
Per il resto mi sembra che le sue capacità interiori sia notevoli così come la capacità di introspezione e quella di parlare con il umore, con il suo disagio.
Certo esistono alternative ai farmaci, il counseling psicoterapeutico può essere efficacie se fatto da persona molto preparata.
Circa la sua tiroide cita solo il TSH, ma FT3 ed FT4 come sono?
La stanchezza, a parte il freddo di questo periodo e l'avvicinarsi delle Festività Natalizie (le feste in genere sono un elemento trigger, slatentizzante o peggiorativo e disturbi psichici).
Ha mai fatto test neuropsicologici tipo MMPI-2 e Roschach? Magari sotto sotto ci sono tratti di personalità pre-morbosa.
Ne riparli con fiducia col suo specialista o altrimenti chieda un "secondo parere":
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 281XXX

Grazie della risposta Dott. Poli, non voglio rubarle tempo, ma rispondere alle domande che mi ha posto.
Per la tiroide, gli esami del sangue, nella mia città, vengono fatti solo sul TSH, T3 e T4, vengono analizzati solo nel caso in cui il valore di TSH fosse fuori dagli standard.
So che per il soggetto depresso le festività natalizie, sono pesanti, ma a dire il vero io adoro il Natale. Credo semplicemente che la situazione vada avanti da quando ho 13 anni, per varie cause che sto analizzando con la psicologa, ma dal 2010, quindi da due anni la situazione é stata pesante, perchè l'accorgermi di certi "pattern" di comportamento che conducono agli stessi risultati, quasi si trattasse di cicli, mi ha portato a mettere completamente in discussione me stesso, cosa da un lato molto positiva, ma dall'altro certamente non facile, considerando la dose di stress dovuta alla delusione sentimentale alla mia depressione ed ansia già presenti, ed allo stress dovuto al cambio di mansione lavorativa.
Ho fatto il Roschach qualche anno fa, senza evidenziare disturbi, mi dissero semplicemente che avevo una forte ambizione, non sostenuta nella messa in atto dalle mie caratteristiche caratteriali. Grazie.