Utente
Buongiorno,
ho 38 anni e sono la mamma di due bambini rispettivamente di 4 anni e 19 mesi. Il mio problema è iniziato circa 10 anni fa quando saltuariamente durante la notte avvertivo una sensazione di secchezza agli occhi e poi un forte dolore agli occhi. gli episodi inizialmente sporadici sono diventati sempre più frequenti in maniera particolare dopo le gravidanze. Mi sono rivolta a numerosi oculisti i quali mi hanno fatto il test sulla lacrimazione (pensando ad un problema di secchezza oculare). Questi test hanno dato sempre lo stesso risultato e cioè che i miei occhi non sono affatto secchi. Poichè nessuno di questi oculisti ha saputo capire il mio problema, mi sono rivolta da un otorino per capire se potessi avere una forma di sinusite importante, ma dopo avere fatto la tac l''otorino mi ha detto che non ho nessun problema se non una deviazione del setto nasale. MI sono rivolta ad un reumatologo pensando che potessi avere la sindrome di Sjogren, ma fortunatamente non ho nemmeno quella. In ultima analisi mi è stato consigliato di rivolgermi ad un neurologo. Nessuno riesce a capire il mio problema in quanto durante il giorno non ho nessuna sintomatologia. Tutto inizia dopo un pò che inizio a dormire ed i miei occhi cominciano a seccarsi.Utilizzo un gel lacrimale (lacrinorm) per alleviare la sensazione di secchezza oculare, ma ottengo scarsi risultati. Appena avverto il dolore gli occhi iniziano a lacrimare molto. Spesso capita che il dolore si irradia anche al naso (occhio destro narice destra e occhio sinistro narice sinistra) con una sensazione di bruciore. Quando il dolore è piuttosto intenso, la vista mi rimane sfuocata per l''intera giornata. Nessuno mi sa dire che problema ho e come posso curarlo. La mia sensazione è che durante la notte i miei occhi si seccano e sfregando con le plapebre avverto dolore, ma tutti gli oculisti non si spiegano come mai durante il giorno non avverto nessun dolore (se faccio un pisolino non ho problemi) . Chiedo aiuto per risolvere la mia situazione che ha ridotto di molto la qualità del mio riposo.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
caso complesso e non frequente.
Provi a cambiare area specialistica: si faccia visitare da un neurologo che sia anche esperto di medicina del sonno. Il collega, poi, eventualmente ritenesse indicato (ed immagino proprio sia così) le prescriverà gli esami strumentali più indicati.
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Può cortesemente indicarmi uno specialista del sonno? Non so proprio a chi rivolgermi.
La ringrazio

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
vedo che risiede ad una certa distanza da Roma così che non posso consigliarle chi le scrive.
Sinceramente nella sua zona non conosco nessun neurologo che si occupi di medicina del sonno.
Non so se qualcuno dei colleghi che eventualmente ci leggono volesse intervenire sarebbe certamente il ben accetto.
Altrimenti non le resta che la ricerca sul web; non dovrebbe essere difficoltoso.
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it